Papà Rigoni a Mediagol: “Che gioia,lho sentito e..”

Papà Rigoni a Mediagol: “Che gioia,lho sentito e..”

Nicola Rigoni, è lui che ha sbloccato ieri il match di Europa League contro lo Sparta Praga e ha regalato al Palermo la momentanea rete del vantaggio con una splendida bordata dalla distanza..

Commenta per primo!

Nicola Rigoni, è lui che ha sbloccato ieri il match di Europa League contro lo Sparta Praga e ha regalato al Palermo la momentanea rete del vantaggio con una splendida bordata dalla distanza. Un’emozione che il giovane centrocampista non ha potuto esternare ieri con la stampa nell’immediato post partita perché trattenuto, oltre il previsto, dal test dell’antidoping insieme al compagno Migliaccio. Una gioia che oggi però, il ragazzo di Schio (nel vicentino, ndr), ha condiviso con i parenti più cari, i suoi familiari e gli amici più stretti. “L’ho sentito mezzora fa e chiaramente era molto contento, come lo siamo molto anche noi – ha esordito il signor Gigi Rigoni, padre di Nicola e Luca, intervistato dalla redazione di Mediagol.it – purtroppo ieri sera non sono riuscito a vedere tutta la partita ma ho visto la sua bella conclusione e il gol, che è stato poi seguito da diverse telefonate di amici e parenti qui da noi. Nicola deve crescere, al di là della prestazione di ieri, deve maturare anche la sua personalità perché è un ragazzo abbastanza timido. Spero che avrà modo di giocare, ma intanto è già importante allenarsi insieme a tanti grandi giocatori e anche questo gli sta servendo molto per migliorare giorno dopo giorno. Mi sembra che in lui ci sia una grande considerazione della società e del mister perché se gioca, anche quando va in campo per quei 15 minuti finali, vuol dire che è considerato. Poi è lui che deve dimostrare che è un giocatore all’altezza della situazione, peccato per quell’infortunio di un mese e mezzo fa che l’ha un po’ condizionato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy