PALERMO: POSSIBILE UN RITORNO DI MATIAS SILVESTRE?

PALERMO: POSSIBILE UN RITORNO DI MATIAS SILVESTRE?

Di Calogero Fazio
.

Commenta per primo!

Di Calogero Fazio

Matias Silvestre potrebbe ritornare a vestire i colori rosanero. Il giocatore è reduce da due stagioni ai limiti del fallimentare dove non è riuscito ad imporsi come leader difensivo né all’Inter né tantomeno al Milan.

A parziale discolpa del centrale argentino con passaporto italiano vi potrebbero essere i periodi non particolarmente rosei nei quali ha indossato le maglie delle due compagini meneghine: militando in due squadre con evidenti problemi tecnici e gestionali.

Ciò è da inquadrarsi nelle dinamiche del calcio italiano di questi anni e nel cambio di gerarchie che sta avendo luogo in questi ultimi campionati nella nostra Serie A. Poiché, a dispetto della fama di squadre di vertice che hanno le milanesi, società che storicamente sono sempre state all’avanguardia nel calcio nazionale ed europeo, pare che, da qualche anno a questa parte, Inter e Milan stiano un po’ cedendo il passo a società come Roma e Napoli, protagoniste di un campionato decisamente sopra le righe nel corso dell’ultima stagione, a forti tinte bianconere.

A dispetto di un passato glorioso che ha visto le squadre milanesi alimentare il proprio blasone e riempire le proprie bacheche di un gran numero di trofei nazionali ed internazionali, pare fuori dubbio che un arretramento delle società del capoluogo lombardo in favore di altre squadre stia avendo luogo in questi ultimi campionati. Ciò è in perfetta coerenza con le dinamiche societarie di Inter e Milan.

Dunque, non è stato un buon affare per Silvestre vestire le maglie di due fra le più gloriose e blasonate squadre d’Europa, in un periodo che per loro è di chiaro declino a livello di risultati.

Il giocatore l’anno scorso ha fatto parte dell’Inter di Stramaccioni e quest’anno ha militato nelle fila del Milan passato dalle mani di Allegri e quelle di Seedorf senza mai realizzare l’inversione di rotta tanto sperata.

I rossoneri che lo hanno ottenuto in prestito dai cugini nerazzurri non lo riscatteranno. Tornerà alla corte di Mazzarri, ma una sua permanenza nel club di Thohir è verosimilmente poco probabile. Per Silvestre si apriranno quasi certamente le porte del mercato.

Sembrano lontani i giorni in cui, dopo aver disputato un buon campionato con il Palermo nella stagione 2011-12, sembravano schiudersi per lui le porte del grande calcio. Il giocatore non ebbe grosse esitazioni a lasciare la Sicilia e ad accettare la corte della società nerazzurra che si mosse con decisione per assicurarsi le prestazioni del difensore argentino.

La società rosanero l’aveva acquistato l’anno prima dal Catania, una squadra che, dai tempi di Pietro Lo Monaco, si è costruita una sorta di “vocazione” ben precisa, quella di fungere da trampolino di lancio per talenti importati dall’Argentina. Le performance di Silveste a Catania e Palermo lasciavano presagire un futuro altisonante per il difensore argentino, agli altissimi livelli del calcio italiano.

Adesso, Silvestre potrebbe fare il percorso inverso e tornare in Sicilia, dove aveva mosso i primi passi nel nostro calcio e dove ha certamente lasciato dei ricordi indelebili.

Stando a quanto reso noto dalla redazione di Tuttomercatoweb, un suo eventuale ritorno a Palermo potrebbe essere legato a doppio filo con l’approdo in nerazzurro di Abel Hernandez. La situazione dell’attaccante uruguagio è un vero e proprio perno su cui girano tutti i movimenti di mercato della società rosanero.

La dirigenza meneghina sta valutando un metodo per farsi defalcare qualcosina dai 15 milioni di euro richiesti pubblicamente dal presidente Zamparini per la ‘Joya’ uruguagia. Mentre i vertici della dirigenza rosanero non disdegnerebbero affatto la possibilità di avere in organico un centrale difensivo con un notevole bagaglio di esperienza nella massima serie. In tal senso, Matias Silvestre potrebbe essere il profilo giusto per il Palermo che verrà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy