PALERMO BELLO E SPIETATO: TERZA VITTORIA ESTERNA E AGGANCIO ALLINTER

PALERMO BELLO E SPIETATO: TERZA VITTORIA ESTERNA E AGGANCIO ALLINTER

di Fabio Corrao Il Palermo comincia a trovare un passo di marcia continuo e convincente. E questo il dato che emerge con più forza dopo lottimo passaggio da tre punti sul non facile campo di.

Commenta per primo!

di Fabio Corrao Il Palermo comincia a trovare un passo di marcia continuo e convincente. E questo il dato che emerge con più forza dopo lottimo passaggio da tre punti sul non facile campo di un buon Cesena: è infatti evidente che la squadra di Delio Rossi è in netta crescita sia sul piano del gioco che su quello della personalità. Prova ne è che dopo un inizio da stropicciarsi gli occhi, fatto di fitte trame di prima e verticalizzazioni improvvise dalle quali scaturisce il gol del vantaggio, e subito il ritorno veemente degli avversari, i rosanero non si sono mai disuniti, sono tornati avanti e hanno badato alla conservazione del risultato, cosa che in passato non sempre erano stati capaci di fare. La gestione della partita è elemento che possiedono i più forti ma soprattutto i più esperti, e la gioventù abbinata al talento spesso ha portato gli uomini di Delio Rossi a continuare ad attaccare pur essendo in vantaggio, cosa che ha talvolta poi condotto gli avversari alla rimonta. Il Palermo del “Manuzzi”, invece, è stato bello a vedersi per cinquanta minuti, poi è invece diventato cinico, sparagnino e attento. Anche questo è crescere. Il dato, statistico e sentimentale, di oggi è indubbiamente il ritorno al gol di Fabrizio Miccoli. Fin dallinizio è apparso evidente che il capitano oggi avrebbe cercato la rete in tutti i modi, e ci è riuscito con una splendida stoccata allangolino su un assist altrettanto pregevole di Mattia Cassani. Per il numero dieci rosanero sarà molto difficile raggiungere leccezionale traguardo di reti della scorsa stagione, vista la partenza ad handicap, ma il fatto che si sia sbloccato quasi subito è un elemento di timore in più per gli avversari, che dovranno guardarsi da lui, oltre che dalle magie di Pastore e dalla potenza estrosa di Ilicic, non dimenticando che ai box cè gente della qualità di Pinilla ed Hernandez. Messa sotto questa luce il futuro sembra davvero rosa: terza vittoria in quattro gare, allorizzonte cè già una sfida davvero stimolante, quella con la Roma di Claudio Ranieri, avanti due punti, che verrà a far visita ai rosanero domenica prossima in posticipo. Sarà un gala, sicuramente una grande partita, ma quel che fa più piacere è che sarà un match dalta classifica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy