PALERMO ANNO ZERO IL MERCATO È FINITO, SQUADRA RIVOLUZIONATA

PALERMO ANNO ZERO IL MERCATO È FINITO, SQUADRA RIVOLUZIONATA

di Fabio Corrao Una squadra rivoluzionata senza condottiero e, a voler dare credito alle voci che circolano da qualche ora, senza direttore sportivo. E questo il Palermo che viene fuori dalle.

Commenta per primo!

di Fabio Corrao Una squadra rivoluzionata senza condottiero e, a voler dare credito alle voci che circolano da qualche ora, senza direttore sportivo. E questo il Palermo che viene fuori dalle ultime, convulse ore di calciomercato, in cui si è assistito a tutto e al suo contrario fino al colpo di scena finale. Di fatto, la squadra che tre mesi fa si è giocata con grande onore la finale di Coppa Italia non esiste più. Sono stati ceduti Sirigu, Pastore, Bovo, Cassani e in ultimo Antonio Nocerino, il cui flirt con il Milan era comunque cosa nota già da tempo. I sostituti, soprattutto quelli dellultima ora, lasciano un attimo perplessi. Se Barreto è indubbiamente un buon giocatore, ma non il playmaker che si attendeva, Della Rocca appare una scommessa con poca esperienza in serie A, e Alvarez ricopre un ruolo che è di dubbia utilità. Magari, come ci auguriamo, si riveleranno dei crack, ma bisogna comprendere la depressione dellambiente, che si è visto snocciolare davanti figurine del calibro di Amauri, Pizarro, Gilardino, Gago, e oggi deve inghiottire un boccone dal sapore vagamente amaro. A dieci giorni dallinizio del campionato bisognerà innanzitutto chiarire la questione tecnica. Gli ultimi tre giorni sono stati quasi paradossali per Stefano Pioli, che ha continuato a condurre con grande professionalità gli allenamenti della squadra, pur sapendo di non poter continuare il suo lavoro. Di nomi se ne sono fatti tanti, come capita in questi casi, ma è essenziale che si operi una scelta e lo si faccia alla svelta, anche perché il nuovo tecnico dovrà assemblare una squadra completamente nuova, impoverita tecnicamente e in un ambiente abbastanza sconfortato. E lanno zero, insomma. Ci auguriamo che da questo piccolo caos venga fuori un bel Palermo, che possa sorprendere e smentire tutti gli addetti ai lavori che indicano i rosanero come molto indeboliti rispetto al passato. Molto spesso non sono solamente le doti tecniche a rendere forte una squadra, ma il carattere, la volontà e lunità dintenti. Adesso che il mercato è concluso non servirà più a nulla ciarlare di se e di ma. E il momento in cui ognuno dovrà svolgere il suo ruolo per il bene del Palermo: al settore tecnico toccherà lavorare, e tanto; ai tifosi il compito di sostenere quello che, nellanima e nella passione, è un loro bene inalienabile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy