Napoli: “Penalizzazione errata,vogliamo giustizia”

Napoli: “Penalizzazione errata,vogliamo giustizia”

Dopo i due punti di penalizzazione inflitti al Napoli dalla Commissione Disciplinare per responsabilità oggettiva in merito alla presunta combine di Sampdoria-Napoli del 2010, per cui sono.

Commenta per primo!

Dopo i due punti di penalizzazione inflitti al Napoli dalla Commissione Disciplinare per responsabilità oggettiva in merito alla presunta combine di Sampdoria-Napoli del 2010, per cui sono stati condannati anche l’ex portiere Matteo Gianello a 3 anni e 3 mesi per tentato illecito e sei mesi ai difensori partenopei Paolo Cannavaro e Gianluca Grava per omessa denuncia, il club azzurro ha pubblicato un comunicato sul proprio sito ufficiale per chiarire la propria posizione. Mediagol.it vi propone il testo: “Il Presidente Aurelio De Laurentiis, l’allenatore Walter Mazzarri e tutta la squadra sono sereni, certi che nessuna violazione possa essere addebitabile alla SSC Napoli spa. Pur non entrando nel merito dell’obsoleto e superato principio della responsabilità oggettiva, e riservandosi ogni commento giuridico e ogni azione nelle opportune sedi, la SSC Napoli non condivide le decisioni della Commissione Disciplinare Nazionale, ritenendo, inoltre, che non si possano alterare irrimediabilmente i campionati in corso di svolgimento. Ogni eventuale decisione va presa prima che inizi un torneo o al termine dello stesso. Dalla stagione 2009-2010, di tempo ce n’è stato per valutare e decidere. Siamo fiduciosi che nei due gradi successivi di giudizio si possa applicare una vera giustizia che si fondi sul diritto e sull’equità e non sul giustizialismo. Benigni docet”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy