Napoli, Benitez: “Peccato per lo scudetto perso, per battere la Juventus…”

Napoli, Benitez: “Peccato per lo scudetto perso, per battere la Juventus…”

Le parole di Rafa Benitez che parla del campionato che sta per concludersi con il settimo scudetto di fila della Juventus

Nonostante l’addio ormai datato 2015, Rafa Benitez resta sempre vicino al calcio italiano e al Napoli.

La dimostrazione è nelle parole rilasciate a CalcioNapoli24 dove si sofferma sull’annata in Serie A: “Guardo molto il calcio italiano, ho tanti amici lì: penso a Fabio Pecchia al Verona, che ha sofferto fino alla fine, così come Riccardo Bigon al Bologna. È chiaro, il Napoli l’ho visto: ho tanti amici tra i giocatori, ho un forte rapporto con la città. Abbiamo seguito il campionato, abbiamo visto il gol di Koulibaly contro la Juventus: la squadra ha giocato ad un livello molto alto, è un peccato che non possa essere arrivato un titolo“.

Proprio quel titolo è sfuggito per poco al Napoli contro una Juventus che, secondo Benitez, si può battere solo in un modo: “Tanti calciatori del Napoli che stanno assieme da cinque anni hanno il vantaggio di capirsi senza nemmeno guardarsi. Questo è un vantaggio, e con il lavoro di Sarri la squadra ha fatto un bel calcio sebbene le sia mancata la vittoria. Forse perché la Juventus è forte, certo: noi contro di loro abbiamo vinto un titolo, e non è facile però loro hanno la capacità di migliorarsi tramite il mercato. Rimangono sempre al top, mentre al Napoli è diverso: sul mercato devi rischiare per acquistare la qualità. Quest’anno sono rimasti vicini, ma la Juventus è molto forte e per batterla devi essere vicino alla perfezione. Devi avere poi la cosiddetta mentalità vincente, perché quando sei sotto pressione chi ha più esperienza può fare la differenza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy