MORRONE SALE IN CATTEDRA”Palermo ti voglio bene, ma devo batterti. Budan un fuoriclasse”

MORRONE SALE IN CATTEDRA”Palermo ti voglio bene, ma devo batterti. Budan un fuoriclasse”

Mediagol.it ha raccolto le parole di Stefano Morrone, ex centrocampista rosanero in forza al Parma di Guidolin. Morrone ha parlato del rapporto con i tifosi del Palermo, e degli obiettivi a cui.

Commenta per primo!

Mediagol.it ha raccolto le parole di Stefano Morrone, ex centrocampista rosanero in forza al Parma di Guidolin. Morrone ha parlato del rapporto con i tifosi del Palermo, e degli obiettivi a cui può puntare la squadra rosanero. Stefano, tra tutti gli ex della partita, forse sei il giocatore che ancora molti tifosi palermitani ricordano con affetto. Che partita sarà per te e per il Parma? “Personalmente ho vissuto due stagioni molto belle a Palermo: ho avuto un bellissimo rapporto con la città e con i tifosi che mi hanno voluto molto bene. Tuttavia, c’è la voglia di disputare una buona gara contro una squadra che ha degli altri obiettivi rispetto a noi, perciò i punti varrebbero doppio”. Stefano, domenica siete scesi in campo con un modulo diverso rispetto alle prime due giornate disputate. Che schema tattico adotterete domenica contro il Palermo? “Il mister sta valutando già da martedì alcune soluzioni, e credo che solo domenica si saprà tutto, però la squadra ha dimostrato di essere duttile. Siamo pronti a scendere in campo con qualsiasi sistema di gioco, anche perché abbiamo diversi calciatori che possono ricoprire diversi ruoli”. Qual è, secondo te, il reale obiettivo a cui può aspirare il Palermo e di cosa ha bisogno il Parma per avere la meglio sui rosa? “Ad inizio anno il loro allenatore parlava di scudetto, non so se continueranno a perseguire questo obiettivo. Però credo che loro possano lottare tranquillamente per la sesta o settima posizione, e di conseguenza all’Europa League, se non addirittura alla Champions League. Noi puntiamo alla salvezza, e per battere una squadra importante come il Palermo abbiamo bisogno che la gente del Tardini ci sostenga come fatto contro il Catania, o magari addirittura di più. Il pubblico potrebbe darci quella marcia in più di cui avremmo bisogno. La squadra inconsciamente dà qualcosa in più se sostenuta con forza dai propri tifosi”. Chiudiamo parlando di un calciatore del Palermo che tu conosci bene: Igor Budan. “Assieme ad Igor abbiamo vissuto la stagione della retrocessione, purtroppo sfortunata anche dal punto di vista personale. Budan giocò solo le ultime dieci partite a causa di un grave infortunio, ma fu in grado comunque di realizzare sette reti. Se sta bene può vincere una gara da solo. Gli faccio un grossissimo in bocca al lupo, perché oltre ad essere un bravo calciatore, è anche un bravissimo ragazzo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy