Modena, Lady Crespo al veleno: “Mio marito ha lavorato gratis, siete delle m**de”

Modena, Lady Crespo al veleno: “Mio marito ha lavorato gratis, siete delle m**de”

La moglie dell’ex Chelsea attacca l’ambiente gialloblu, reo di un trattamento giudicato poco corretto nei confronti dell’ex marito.

Commenta per primo!

“Mio marito ha lavorato gratis, siete delle m**de”.

Questo l’attacco di Alessia Rossi Andra, moglie di Hernan Crespo, ai dirigenti del Modena. La consorte dell’ex attaccante del Parma, oggi allenatore, ha così attaccato la proprietà emiliana, rea di non aver rispettato gli accordi economici presi con il marito, ex tecnico della compagine canarina, sollevato dalla guida tecnica degli emiliani nella giornata di ieri.

Serie B: ultras negli spogliatoi, Hernan Crespo esonerato. Che caos a Modena, ipotesi Bergodi

Foto, striscione tifosi Modena contro i propri giocatori: “Fate più schifo del Tavernello”

Nel frattempo, infuria la polemica da parte degli ultras modenesi, i quali accusano la società di scarso riguardo nei confronti dell’ambiente. Dal canto proprio, la dirigenza gialloblu scarica invece le colpe sullo stato psicofisico squadra – oltre che sul lavoro dello stesso Crespo -, con il ds Taibi che dichiara: “E’ sempre una sconfitta per tutti quando si cambia allenatore, ma il calcio va così: quando i risultati non arrivano, a pagare è sempre il tecnico. Bisogna dare una svolta. Ho visto i calciatori molto abbattuti, sconfortati – accusa l’ex portiere del Manchester United -. Sicuramente, c’è qualcosa che non va nella loro testa”. Ore concitate dunque quelle vissute in seno alla dirigenza emiliana, la quale – salvo imprevisti -, dovrebbe affidare le sorti della restante parte di stagione ad uno tra Cristiano Bergodi ed Ivo Pulga, con il primo attualmente favorito, forte delle precedenti esperienze alla guida dei canarini.

Perna: “Zamparini vulcanico. Novellino? Lavorato con lui a Modena, sa come salvare il Palermo” 

Taibi: “Novellino? Ingestibile, spero di non incontrarlo mai più”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy