MERCATO: PALERMO SU DIFENSORE DELLA COSTA RICA

MERCATO: PALERMO SU DIFENSORE DELLA COSTA RICA

Di Calogero Fazio
.

Commenta per primo!

Di Calogero Fazio

Come quasi sempre accade, ogni Mondiale di calcio che si rispetti ha le sue rivelazioni. Piccole nazionali su cui nessuno scommetterebbe nulla alla vigilia, ma che riescono ugualmente a stupire il mondo dimostrandosi ben più che semplici sparring partner per le grandi squadre.  La loro avventura si dimostra sempre a dir poco entusiasmante.

Andando molto avanti nella kermesse iridata ad eliminando alcune delle big del calcio, queste squadre lasciano certamente un nome scolpito nella storia della più importante manifestazione calcistica in assoluto e del calcio in generale. Il Mondiale del 2014 che si sta disputando in Brasile in questi giorni non è stato da meno. E la sorpresa di turno sembrerebbe essere la Costarica.

Nessuno avrebbe immaginato che la piccola nazionale centroamericana, impegnata in un “girone di ferro” composto da tre giganti del calcio come Italia, Uruguay e Inghilterra sarebbe arrivata oltre il primo turno. Invece, la squadra di Jorge Luis Pinto ha affrontato a viso aperto e senza timore alcune squadre altisonanti, composte da fuoriclasse che sono autentiche star del calcio mondiale. I costaricensi, dopo aver battuto la “celeste”, hanno regalato un dispiacere agli azzurri assicurandosi il passaggio agli ottavi.

Senza nulla togliere a questo “romanticismo”, che è proprio della fattispecie delle emozioni che sa regalare solo la Coppa del Mondo, queste memorabili avventure hanno anche un risultato più prosaico, ma certamente altrettanto sostanziale e legittimo: quello di fungere da palcoscenico per giocatori che militano in latitudini più modeste dell’universo calcistico, allo scopo di fungere da trampolino di lancio per il loro salto di qualità e la loro definitiva consacrazione nel mondo del pallone.

Ovvero, per permettere loro di prendere lo slancio verso nuovi traguardi, per raggiungere la loro affermazione professionale in campionati più prestigiosi che li condurranno a misurarsi con realtà di livello ben superiore. Un occasione mai più ripetibile per ognuno di loro, uno stimolo che agisce certamente da valido propellente per le loro performance nella Coppa del Mondo.

Queste nazionali, infatti, oltre ad essere delle autentiche rivelazioni, spesso rappresentano delle vere e proprie fucine di talenti, che andranno in seguito a fare la loro comparsa nei campionati più prestigiosi del panorama calcistico europeo.

Anche per le società, ciò rappresenta un’occasione per potersi procurare giocatori talentuosi a buon mercato e, in questo senso, potrebbe essere letto l’interesse del Palermo verso il difensore costaricense Oscar Duarte, roccioso difensore centrale della Costa Rica, vero e proprio incubo di Italia ed Uruguay che, nelle prossime settimane potrebbe indossare la maglia rosanero.

Un giocatore talentuoso che certamente fa al caso di una società che è tornata ai massimi livelli del calcio italiano dopo un anno di “purgatorio” nella serie cadetta e che adesso aspira a fare sognare i propri tifosi, addirittura proponendosi per obiettivi di qualificazione in Europa League.

Le possibilità di vedere Duarte alla corte di mister Iachini nella prossima stagione sarebbero sostanziali. A quanto pare il giocatore – secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport oggi in edicola – sarebbe stato proposto al club di Zamparini subito dopo la fine della prima partita del girone eliminatorio fra Uruguay e Costa Rica nella quale il difensore classe ’89 non solo ha sfoggiato una prestazione maiuscola, ma è persino riuscito ad andare in gol con un perentorio stacco di stacco di testa sugli sviluppi di un’azione nata da un calcio d’angolo in favore dei centroamericani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy