MERCATO: LA SCHEDA DI SEBASTIAN EGUREN

MERCATO: LA SCHEDA DI SEBASTIAN EGUREN

Sebastian Eguren nasce a Montevideo l’8 gennaio 1981 e comincia la sua carriera in una delle squadre della sua città, non certo la più prestigiosa, ovvero i Wanderers. Il debutto da.

Commenta per primo!

Sebastian Eguren nasce a Montevideo l’8 gennaio 1981 e comincia la sua carriera in una delle squadre della sua città, non certo la più prestigiosa, ovvero i Wanderers. Il debutto da professionista arriva a 18 anni e ci vogliono tre stagioni di discreto livello per fare il salto in una big, a dargli questa opportunità è il Nacional che lo acquista nel 2003. Dopo due buone annate, condite anche da 5 reti, torna ai Wanderers, poi parte per una destinazione a dir poco insolita per un uruguayano, viene acquistato dai norvegesi del Rosenborg, con cui disputa 23 partite prima di essere prestato all’Hammarby, sempre in Scandinavia ma stavolta si parla di campionato svedese. Le 14 presenze e i 5 gol realizzati inducono la società biancoverde a riscattarne il cartellino e l’anno successivo Eguren premia la fiducia con 8 reti in 22 partite, numeri importanti per un centrocampista, che attirano le attenzioni di diversi club europei. Lo prende in prestito il Villareal di Manuel Pellegrini, che poi lo riscatta a Maggio. In coppia con Marcos Senna si comporta molto bene ed è per questo che viene riconfermato per la stagione successiva, senza però la guida di Pellegrini, passato al Real. Il Villareal stenta e per lui si profila una cessione alla Lazio. Secondo i biancocelesti il giocatore soffre di una malformazione cardiaca, così salta l’ingaggio e il giocatore torna in Svezia, in prestito all’Aik di Stoccolma. Eguren è un centrocampista arcigno, di forte personalità e che riesce a coprire vaste zone di campo. Il suo esordio internazionale è arrivato nella Coppa America 2001, quando Eguren aveva solo 20 anni, da allora è sempre stato nel giro della nazionale ed in questi giorni è impegnato nei mondiali con La Celeste. Questo coriaceo centrocampista è dotato di una tecnica decente ed in passato ha anche saputo farsi valere in zona gol, tanto che la Lazio lo ha notato proprio in un match di Europa League in cui è andato a segno per il Villareal contro i biancocelesti. Considerata la scarsa considerazione che il Villareal ha avuto di lui da gennaio 2010 in poi è probabile che se davvero Walter Sabatini abbia intenzione di ingaggiare questo centrocampistanon incontrerà una grandissima resistenza. Potrebbe trattarsi di una alternativa ai centrocampisti titolari di discreto spessore internazionale e di comprovata esperienza, inoltre se riuscisse a ritrovarsi potrebbe essere un capitale che si rivaluta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy