MERCATO: LA SCHEDA DI ROBERT BERIC

MERCATO: LA SCHEDA DI ROBERT BERIC

Il salto dalla Slovenia allItalia non è poi così enorme a livello geografico, basta superare il confine è nel giro di minuti si è già a Udine, ma pare che quando si.

Commenta per primo!

Il salto dalla Slovenia allItalia non è poi così enorme a livello geografico, basta superare il confine è nel giro di minuti si è già a Udine, ma pare che quando si parla di calcio gli sloveni preferiscano saltare tutta la penisola e dirigersi direttamente in Sicilia. Dopo Ilicic e Bacinovic, dopo Andjelkovic e Kurtic a Palermo si parla di Robert Beric, punta di 19 anni del Maribor che qualcuno forse ricorderà per la sua fugace apparizione nel 3-2 con cui i suoi si erano imposti sul Palermo nel ritorno dei preliminari di Europa League. Anche lui come Ilicic era appena arrivato dallInterblock al Maribor solo che a differenza del suo compagno, oggi al Palermo, il posto da titolare è stato più complicato da conquistare. Anche oggi, nonostante i 4 gol in 676 minuti, non possiamo considerarlo certo uno degli intoccabili della formazione slovena, ma per la giovane età si sta comunque mettendo in grande mostra ed è considerato in assoluto il più grande gioiello del calcio sloveno Under 20. Nato calcisticamente nellInterblock Lubiana ha cominciato a farsi segnalare nel 2008-09, quando a soli 17 anni ha messo a segno ben 8 gol, grazie anche agli assist di Josip Ilicic. Una doppietta realizzata al Maribor il 9 aprile del 2009 gli fanno guadagnare molti punti agli occhi della dirigenza gialloviola, così passa ancora una stagione e lui e Ilicic passano entrambi al club del ds Zahovic. Anche al Maribor le cose vanno bene, nonostante i soli 19 anni Beric ha già trovato abbastanza spazio e ha già segnato diversi gol, forse per la definitiva maturazione servirebbe ancora una stagione da protagonista in Slovenia, ma qualora chiamasse un club come il Palermo come dire di no? E dotato di una buona tecnica, fiuto per il gol e una certa velocità. Non stiamo parlando di un attaccante a cui affidarsi per fare da sponda, non è il classico centravanti boa, ma con i suoi 188 centimetri sa farsi valere su ogni pallone, è più un rapinatore darea di rigore, uno di quelli che in un modo o nellaltro quando gioca riesce sempre a metterla nel sacco. Ha margini di miglioramento straordinari e con gli altri sloveni a Palermo troverebbe lambiente ideale per affermarsi ad alto livello.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy