MERCATO: la scheda di Miguel Pinto, il portiere kryptonite degli attaccanti

MERCATO: la scheda di Miguel Pinto, il portiere kryptonite degli attaccanti

Di Mariano Calò Miguel Pinto è nato il 4 luglio 1983 a Santiago del Cile. E il primo portiere e capitano dellUniversidad de Chile, club in cui è cresciuto e di cui è.

Commenta per primo!

Di Mariano Calò Miguel Pinto è nato il 4 luglio 1983 a Santiago del Cile. E il primo portiere e capitano dellUniversidad de Chile, club in cui è cresciuto e di cui è tifoso fin da bambino. Il suo esordio risale al marzo 2002, nel classico del calcio cileno contro il Colo Colo, subentrò come terzo portiere dopo linfortunio del primo e lespulsione del secondo. Dopo le buone prestazioni offerte tra i pochi minuti giocati e gli allenamenti la società ha deciso di confermarlo come secondo portiere. Dopo essere rimasto ai margini della formazione titolare per le stagioni 2004 e 2005 alle spalle di Johnny Herrera, gli venne spianata la strada dopo laddio dello storico numero 1 cileno, passato al Corinthias nel 2006. Da allora Pinto non ha più lasciato i galloni da titolare, convincendo sia gli addetti ai lavori che i tifosi, innamorati del suo carisma, della sua grinta e della sua grande passione per i colori della U. Nel 2007 è stato nominato miglior giocatore dellanno per lUniversidad, precedendo un altro idolo della curva come Estigarribia. Lunica maglia indossata da Miguel Pinto oltre a quella dellUniversidad è quella della Roja, la nazionale cilena. E stato convocato nel 2003 con lunder 20 per il campionato sudamericano, dove i suoi si fermarono soltanto ai quarti dietro al bel Brasile di Kaka e Robinho. Adesso fa stabilmente parte della nazionale maggiore. Nelle gerarchie di Marcelo Bielsa è il secondo di Claudio Bravo, ma i recenti guai fisici del titolarissimo portiere della selezione cilena ne possono spianare la strada verso un mondiale da protagonista. Come il grande José Luis Chilavert, anche Pinto disegna regolarmente la sua divisa inserendovi il simbolo stilizzato del club, un leone (Chilavert disegnava il bulldog simbolo del Cerro Porteno). E soprannominato Criptonita (Kriptonite) perché secondo i tifosi cileni renderebbe innocui gli attaccanti avversari come la Kriptonite rende innocuo Superman nella tradizione dei fumetti statunitensi. Se Sirigu dovesse cominciare a perder colpi, come tanti giovani portieri hanno già fatto schiacciati dal peso della Favorita, Miguel Pinto potrebbe rappresentare una bella scommessa a basso costo per il futuro della porta rosanero.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy