MERCATO: la scheda di Juanito Gomez

MERCATO: la scheda di Juanito Gomez

Di Francesco Caruana Nonostante il mercato sia finito da meno di due mesi, le società restano vigili e osservano potenziali obiettivi futuri. Nel mirino del Palermo, secondo gli ultimi.

Commenta per primo!

Di Francesco Caruana Nonostante il mercato sia finito da meno di due mesi, le società restano vigili e osservano potenziali obiettivi futuri. Nel mirino del Palermo, secondo gli ultimi rumors, è finito Juan Ignacio Gomez Taleb, meglio conosciuto come Juanito, 26enne esterno d’attacco argentino del Verona. Esploso nelle ultime due stagioni al Gubbio, Juanito in questo primo scorcio di stagione sta dimostrando di essere pronto per piazze ben più importanti della Lega Pro, e il Verona si gode le prestazioni esaltanti del suo gioiellino. Nato nella città argentina di Santa Fé il 20 maggio 1985, Juan Ignacio Gomez Taleb inizia a giocare nella società Victimas del Viernes, dove viene notato da alcuni emissari che lo portano in Italia a soli 19 anni. Nel 2004/2005 disputa la sua prima stagione in Serie D con i laziali del Ferentino, collezionando 20 presenze e 3 gol. La Triestina decide di investire su di lui, ma al primo anno in Serie B Juanito delude, giocando solo 8 spezzoni di partita senza riuscire a segnare neanche un gol. Viene quindi girato in prestito al club emiliano del Bellaria Igea Marina in Serie C2, in cui rimane due anni, segnando 9 gol in 54 presenze. Notato dagli osservatori del Verona, viene acquistato in comproprietà nella stagione 2008/2009, non riuscendo però a trovare molto spazio e collezionando in tutto 19 presenze con un bottino di 3 reti. La stagione successiva Gomez trova ancora meno spazio, giocando solo 160 minuti in tutto il girone dandata, e a gennaio viene ceduto in prestito al Gubbio nella Seconda Divisione di Lega Pro. Qui Juanito trova lambiente ideale e comincia a deliziare i tifosi umbri con i suoi colpi: nei primi sei mesi segna 3 gol in 15 partite, contribuendo alla qualificazione ai play-off del Gubbio e segnando anche in semifinale contro il Fano. In scadenza di contratto con il Verona, rinnova fino al 2015 prima di tornare nuovamente in Umbria per intraprendere la nuova stagione in Prima Divisione del neo-promosso Gubbio. La stagione 2010-11 è quella della definitiva consacrazione: diventato punto fermo della formazione guidata da Vincenzo Torrente, Juanito segna ben 18 gol in 31 presenze (vice-capocannoniere del Girone A della Prima Divisione di Lega Pro dietro Paulinho) e trascina gli umbri al ritorno in Serie B dopo ben 63 anni. In estate il Verona decide allora di richiamarlo per metterlo a disposizione del tecnico Mandorlini, con cui comincia benissimo: nelle 7 partite giocate fin qui con i gialloblù, Gomez ha già messo a segno 3 gol, attirando le attenzioni di alcuni club tra cui il Palermo. Esterno offensivo di 1.75 m per 69 kg, Juanito fa del piede destro il suo punto di forza, ma i 18 gol realizzati nella passata stagione dimostrano la sua completezza: 5 su rigore, 4 di testa, 5 su azione di sinistro e 5 di destro. Dotato di un buon controllo di palla e di un buon dribbling, Gomez è stato anche impiegato da punta centrale nel Gubbio di Torrente, perchè a dispetto del fisico non imponente ha un buon opportunismo e sa farsi valere anche in area di rigore. Sbocciato forse un po tardi, Juanito sta comunque dimostrando di poter recitare un ruolo da protagonista nel campionato cadetto e non è escluso che se continuerà su questi standard non arrivi per lui la chiamata di un club di Serie A.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy