MERCATO: LA SCHEDA DI FLORIN GARDOS

MERCATO: LA SCHEDA DI FLORIN GARDOS

Florin Gardos è un difensore centrale rumeno dello Steaua Bucarest nato il 29 ottobre del 1988. E’ nato e cresciuto a Satu Mare, una città di circa 120.000 abitanti situata a ridosso.

Commenta per primo!

Florin Gardos è un difensore centrale rumeno dello Steaua Bucarest nato il 29 ottobre del 1988. E’ nato e cresciuto a Satu Mare, una città di circa 120.000 abitanti situata a ridosso del confine ungherese. I suoi primi passi calcistici Gardos li ha compiuti nel Somesul Satu Mare, con cui ha giocato sia a livello giovanile che con la prima squadra tra il 2004 e il 2008. Il salto nel calcio professionistico lo ha fatto nell’estate 2008 quando si è trasferito al CS Concordia Chiajna, club che milita attualmente in seconda divisione. Due ottime stagioni con la compagine gialloverde hanno convinto lo Steaua Bucarest a puntare su di lui per rimpiazzare definitivamente Dorin Goian, partito l’anno precedente al suo arrivo. Alto 1,93 centimetri per 84 kg, non si tratta esattamente di un centrale rapido nell’anticipo, ma è una garanzia nel gioco aereo e si sta dimostrando un marcatore attento e spietato. Non ha ancora ricevuto convocazioni in nazionale maggiore, ma è stato stabilmente titolare nell’Under 21 eliminata un mese fa dagli Europei di categoria dall’Inghilterra. Il suo attuale club, lo Steaua Bucarest, sta vincendo la scommessa fatta su di lui questa estate, quando fu prelevato per 100.000 euro dal Concordia e in una recente intervista il giocatore ha dichiarato di voler rimanere ancora due anni in Romania, ma difficilmente qualora arrivasse un’offerta del Palermo pensiamo si potrebbe tirare indietro. Il suo modello è Mirel Radoi, uno dei più interessanti difensori rumeni dell’ultimo decennio, sebbene il Gardos abbia dichiarato di sognare di ripercorrere soprattutto le orme di Cristian Chivu per il modo in cui ha saputo imporsi a livello europeo con Ajax, Roma e Inter.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy