MERCATO: LA SCHEDA DEL TALENTO BELFODIL

MERCATO: LA SCHEDA DEL TALENTO BELFODIL

Uno che gioca nel Lione, ha origini algerine, gioca con la Francia e fa lattaccante non può che essere il nuovo Benzema. E in effetti anche in campo Ishak Belfodil non fa nulla per allontanare.

Commenta per primo!

Uno che gioca nel Lione, ha origini algerine, gioca con la Francia e fa lattaccante non può che essere il nuovo Benzema. E in effetti anche in campo Ishak Belfodil non fa nulla per allontanare lingombrante paragone con lattuale centravanti del Real Madrid. Cresciuto nellElancourt, nella periferia parigina, il giovane Belfodil ha fatto il salto in una squadra di primo livello nel 2006, quando su di lui è piombato il Paris Saint-Germain. Nel 2007 è approdato al Boulogne, un solo anno prima di passare al Clermont, in seconda divisione. Lesordio ufficiale lo fa con le formazioni giovanili della Francia, che rappresenta fin da giovanissimo. Under 17, Under 18, fino alla recente Under 20. Dal 2009 è al Lione, con cui ha esordito prima in Ligue One, contro lAuxerre, poi in Champions League, in una gara vinta 3-1 contro lAnderlecht. Quellanno un totale di 84 minuti in quattro presenze, non poche per un diciottenne, ma nemmeno abbastanza per giudicare il suo potenziale. Nel 2010-11 non gioca nemmeno un minuto in prima squadra, ma si sta rifacendo ampiamente questanno, il tecnico Remi Garde lo ha fatto entrare 7 volte nelle prime 13 partite, concedendogli anche una partita da titolare nell1-1 in casa del Brest. I 13 minuti che probabilmente Belfodil non dimenticherà mai sono quelli delle due presenze in Champions League, 6 allAmsterdam Arena contro lAjax e 7 in casa contro il Real Madrid. Se non altro un grande attestato di fiducia dellallenatore che vede in lui il più interessante giovane talento del club. La stazza fisica imponente (190 cm per 86 kg) e il tocco di palla felpato rendono Ishak Belfodil un giocatore dal potenziale fuori dal comune. I numeri messi in campo nelle nazionali giovanili e negli scampoli di partita col Lione sono stati estremamente positivi, ma bisognerebbe vederlo giocare sul serio. Il fatto che il Lione lo coccoli e lo tenga in altissima considerazione è già un importante elemento che depone a suo favore, ma non si capisce perché in tutti questi anni non abbia mai provato unesperienza in prestito da qualche altra parte. Quando gioca fa davvero una certa impressione: altissimo, potente ma capace di numeri alla Ronaldinho. Se riuscirà a diventare un giocatore vero anche sotto porta farà davvero parlare tantissimo di se.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy