Mangia: “Io un presuntuoso? Non mi riguarda”

Mangia: “Io un presuntuoso? Non mi riguarda”

“Io figlioccio di Sacchi? Ho grandissima considerazione del mister come tanti appassionati. Ha modificato il modo di pensare il calcio. Godere della sua stima è un onore. Non è l’unico.

Commenta per primo!

“Io figlioccio di Sacchi? Ho grandissima considerazione del mister come tanti appassionati. Ha modificato il modo di pensare il calcio. Godere della sua stima è un onore. Non è l’unico allenatore per il quale ho una propensione dal punto di vista calcistico. Da Sacchi ho appreso tantissimo ma poi ciascun tecnico prova a dare la sua impronta alla squadra”. È quanto dichiarato dall’allenatore del Bari, Devis Mangia, intervistato dalla ‘Gazzetta del Mezzogiorno‘. “Io una persona presuntuosa? È un’etichetta che non mi riguarda. Noi allenatori siamo un po’ tutti permalosi e ambiziosi. Ma a me piace unire il concetto di ambizione con quello dell’umiltà – ha aggiunto l’ex mister del Palermo -. Sabato scorso dopo la gara con il Modena so che in un paio di situazioni ho esagerato nel rispondere ma il mio obiettivo primario è difendere la mia squadra soprattutto quando non sbaglia atteggiamento in campo. Guai a chi tocca la mia squadra. L’importante poi è chiarirsi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy