Mangia: “Inizia nuova storia, ecco cosa chiedo”

Mangia: “Inizia nuova storia, ecco cosa chiedo”

In occasione dellinizio del ritiro estivo della Primavera del Palermo, il neo-tecnico Devis Mangia è stato intervistato dal sito ufficiale del club di Viale del Fante e ha parlato delle sue.

Commenta per primo!

In occasione dellinizio del ritiro estivo della Primavera del Palermo, il neo-tecnico Devis Mangia è stato intervistato dal sito ufficiale del club di Viale del Fante e ha parlato delle sue prime impressioni. “Con che ambizioni si parte? Ai ragazzi parlerò più approfonditamente nel pomeriggio, l’unica cosa che ho detto è che tutto quello che è stato fatto in passato di positivo e di negativo che riguarda sia me che loro non conta più niente. Da oggi si inizia a scrivere una storia nuova, ci conosceremo e vedremo. Non ci poniamo obiettivi, ogni giorno dovremo cercare di fare un po’ meglio del giorno prima. Impareremo a capire cosa vuole dire essere un gruppo, al momento siamo un insieme di persone che devono conoscersi e dovremo diventare nel più breve tempo possibile una squadra. Se saremo bravi a diventare anche un gruppo sarà tutto guadagnato”. Lex tecnico del Varese Primavera, che è arrivato fino in finale lo scorso anno e si è arreso solo alla Roma, non ha voluto parlare di quale modulo imposterà, chiedendo tempo. “Inizialmente dobbiamo lavorare sui concetti tecnico-tattici di base, poi valuteremo il sistema di gioco. Prima devo cercare di conoscere bene i ragazzi, non bisogna fossilizzarsi su un solo modulo. Le prime amichevoli saranno importanti per testare il valore di questa squadra? Saranno dei primi momenti di conoscenza, i giudizi vanno dati con calma, bisogna dare il tempo ai ragazzi di ambientarsi, alcuni devono ancora arrivare. Adesso mi interessa soprattutto che capiscano come voglio che si lavori. Se qualcuno mi ha sorpreso? Spero che mi sorprenda la squadra, quasi mai mi sentirete parlare dei singoli. Il primo impatto mi è piaciuti, i ragazzi si sono posti bene”. Infine Mangia ha espresso la sua opinione sulla possibilità di lavorare per una società come il Palermo che punta molto sulla linea verde. “Per me è sicuramente una cosa gratificante, lobiettivo di arrivare alla Prima Squadra è importante e deve essere il primo obiettivo che questi ragazzi devono porsi. Se saranno bravi a vivere di squadra probabilmente emergeranno delle individualità e mi auguro che i talenti migliori nel breve o nel lungo termine abbiano la possibilità di misurarsi con palcoscenici importanti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy