Manchester City, fenomeno Guardiola: tutti i segreti del trionfo in Premier League

Manchester City, fenomeno Guardiola: tutti i segreti del trionfo in Premier League

L’allenatore del Manchester City, Pep Guardiola, si racconta sul canale Youtube della squadra, parlando dei punti fermi della sua ideologia calcistica

di Mediagol52

Pep Guardiola, uno degli allenatori più vincenti degli ultimi anni, racconta la sua filosofia di gioco sul canale YouTube del Manchester City.

Quando sentiamo il nome dell’allenatore catalano, la nostra mente associa automaticamente a quelle due parole che lo compongono l’idea di un gioco bello, veloce, inarrestabile, vincente. D’altronde, è così che lui stesso ci ha abituato: ha vinto in Champions League, ha vinto in Liga, ha vinto in Bundesliga e adesso ha vinto anche in Premier League. Guardiola ha le sue idee per vincere tutto, le stesse che riesce a trasmettere a tutti i giocatori che si ritrova ad allenare, e che ha provato a spiegare attraverso questo video.

L’unico modo che conosco per vincere è sapere che, mentre noi ci stiamo riposando, gli altri si stanno preparando meglio per batterci, quindi dobbiamo preparaci sempre di più: allenarsi di più e giocare meglio è l’unica strada che conosco per mantenere alto il livello. Non si allenano solo 11 giocatori, si allena tutta la squadra. L’idea è fondamentale, l’idea di cosa faremo è molto importante. Devi fare passaggi su passaggi, fare assist su assist, gli assist ci aiutano a restare sempre uniti. Corriamo per recuperare la palla, mai a vuoto. Crediamo che se recuperiamo la palla in una zona alta del campo, abbiamo più possibilità di segnare un gol. Senza palla tutti corrono, con la palla creiamo il gioco. Lasciamo correre gli avversari, cercando di attaccare al momento giusto. Prendere la decisione giusta nel momento giusto: che è la cosa più difficile del calcio. Quello che voglio e non perdere palla. Giocare semplice, fare la cosa semplice. Il resto, è perché siamo forti“.

Corsa, intensità nel recuperare il possesso, gestione, organizzazione, tempi di gioco, intelligenza: questi i capisaldi del “Guardiolismo“, figlio del suo più grande maestro,  Johan Cruijff, il più forte calciatore europeo del secolo, che lo ha allenato ai tempi del Barcellona. Guardiola ha ripreso e modernizzato l’ideologia dell’olandese, cui caposaldo rimane sempre quello del “giocare semplice“. D’altronde era lo stesso Cruijff che amava dire:

Giocare a calcio è semplice, ma giocare un calcio semplice è la cosa più difficile che ci sia

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy