Lo Zamparini preoccupato: “Ho paura del Palermo”

Lo Zamparini preoccupato: “Ho paura del Palermo”

Ospite di “Radio Goal” in onda su Kiss Kiss Napoli, il presidente del Palermo Maurizio Zamparini è ritornato sullo sfortunato derby di sabato scorso contro il Catania e delle ripercussioni che.

Commenta per primo!

Ospite di “Radio Goal” in onda su Kiss Kiss Napoli, il presidente del Palermo Maurizio Zamparini è ritornato sullo sfortunato derby di sabato scorso contro il Catania e delle ripercussioni che potrebbe avere sulla corsa al quarto posto. “Per la volata Champions temo di più proprio il mio Palermo. Sabato scorso contro il Catania ha mostrato una mancanza di carattere e di essere ancora un po’ immaturo. Purtroppo quel fattore non si compra ma cresce piano piano – ha dichiarato il presidente del Palermo – Rossi è qui da poco e sicuramente l’anno prossimo vedremo una squadra molto più equilibrata”. Fra i prossimi impegni in campionato dei rosanero, la sfida casalinga contro il Milan alla quartultima giornata. Su questa gara dalta classifica si è soffermato il presidente Zamparini. “Delle ultime sei gare che ci aspettano temo di meno proprio la partita contro il Milan. Infatti le altre formazioni che affronteremo lottano per un obiettivo e saranno agguerrite, mentre il Milan la vedo meno forte rispetto alle squadre che sono lì in alto in classifica – ha spiegato il numero uno di Viale del Fante – Contro le altre che dovranno giocare alla morte per fare punti per non retrocedere invece sarà più dura”. Successivamente il presidente del Palermo Maurizio Zamparini si è soffermato su una possibile qualificazione in Champions League della compagine rosanero. “Entrare in Champions League significherebbe raggiungere un obiettivo che rincorro da anni. Sarebbe un traguardo incredibile, l’occasione è ghiotta, ma questo vale anche per la Sampdoria ed il Napoli che sono in lizza con noi. Ma chi non dovesse centrare la Champions avrà comunque centrato una grande impresa. La Champions porta in dote soldi, ma le cifre sono considerevoli solo se vai molto avanti. Credo che il quarto posto assicuri 10 milioni, praticamente quello che prendi è uguale ai premi che paghi ai giocatori”. Infine il patron friulano, ai microfoni di “Kiss Kiss Napoli” si è soffermato sul nuovo filone di intercettazioni divulgate dagli organi di stampa riguardo a Calciopoli. “Non credo che si possa riaprire una nuova calciopoli. A questo punto sarebbe molto meglio metterci una pietra sopra. Cancelliamo il passato e pensiamo solo al futuro. Venti o trent’anni fa succedevano cose molto peggiori”. di Alberto Giambruno

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy