LE PAGELLE DI MEDIAGOL.ITPALERMO-BOLOGNA 3-1

LE PAGELLE DI MEDIAGOL.ITPALERMO-BOLOGNA 3-1

TZORVAS 7 – Compie almeno tre interventi di grandissimo livello, tra i quali si distingue quello su colpo di testa di Raggi, in stile Zoff contro il Brasile nel Mundial 82. Sempre reattivo,.

Commenta per primo!

TZORVAS 7 – Compie almeno tre interventi di grandissimo livello, tra i quali si distingue quello su colpo di testa di Raggi, in stile Zoff contro il Brasile nel Mundial 82. Sempre reattivo, sicuro tra i pali e nelle uscite in mischia. PISANO 6,5 – Gioca una partita molto attenta dietro e non disdegna di sganciarsi in fase di spinta. SILVESTRE 7 – Si trova alla perfezione con il suo compagno di reparto, gioca sempre danticipo su Di Vaio che infatti sparisce dal campo, trova finalmente il suo primo gol in rosanero con uno splendido stacco aereo. CETTO 7 – Se si esclude una giocata in disimpegno morbida e rischiosa, il centrale argentino gioca una grande partita, chiudendo ogni varco allevanescente Acquafresca. BALZARETTI 6,5 – Solo in unoccasione eccede di confidenza con Raggi, che infatti gli va via pericolosamente. Per il resto un match su buoni livelli. ACQUAH 7 – E onnipresente, il giovane ghanese. Gioca da interno destro e supporta Pisano in fase difensiva, va in pressing su qualunque cosa vestita di celeste che si muove sul terreno del Barbera, innesca diverse ripartenze. Instancabile. BACINOVIC 6,5 – Mai riesce a dare geometria al gioco della squadra, tanto che Ilicic spesso si abbassa per far partire la manovra. Ma non perché Armin giochi male, semplicemente perché il suo compito era di schermare la difesa e proteggerla dallestro di Ramirez. MIGLIACCIO 7 – Gara gladiatoria del centrocampista campano, che pronti via prende subito un colpo in testa che lo costringe a giocare bendato. Ingaggia una serie infinita di duelli con i centrocampisti felsinei, e non tira mai indietro la gamba. ILICIC 7,5 – Lanno scorso la partita interna contro il Bologna consacrò la coppia delle meraviglie Ilicic-Pastore, questanno ha forse consacrato il definitivo ritorno del trequartista sloveno, che incanta per qualità e fa spellare le mani per lintensità che ci mette. Procura con un suo tiro la rete che sblocca la gara, sigla il gol del 3-0, il suo primo stagionale, con una azione da punta vera. ZAHAVI 7 – Grande azione e rapace realizzazione nel gol dell1-0, movimento incessante e sempre lucido. Esce stremato tra gli applausi. HERNANDEZ 6 – Gioca venti minuti alla grande, battagliando contro lintera retroguardia di Pioli. E molto sfortunato in un allungo che gli procura linfortunio. LORES VARELA 6,5 – Con Budan in tribuna e Miccoli non al meglio, Mangia decide di buttare nella mischia questo ragazzo che finora ha ben impressionato con la Primavera, e lo piazza largo a destra. Non avverte lemozione del debutto, e gioca con sfrontatezza, impegnando costantemente Morleo, fino al geniale assist che manda in porta Ilicic. Unica pecca, se si vuol trovare: talvolta eccede nel dribbling in zone del campo molto rischiose. BERTOLO 6 – Mangia lo butta nella mischia per sfruttare il suo dinamismo, che lui mette al servizio della squadra per arginare il forcing del Bologna. AGUIRREGARAY Sv. – Pochi minuti in campo, largo a destra. Rimedia un giallo evitabile. MANGIA 7 – Il contratto da professionista gli ha portato bene. A dispetto anche della sfortuna, che lo priva dellunica punta arruolabile. Lui si inventa il colpo di teatro, inserendo Lores Varela e passando ad uno stranissimo 4-3-3 senza punte di ruolo, con i tre davanti a non concedere punti di riferimento alla difesa avversaria. La sua squadra gioca con grande agonismo e buona qualità, non molla mai di un centimetro ed è letale in fase di finalizzazione. Quinta vittoria su cinque partite al Barbera, adesso è ora di sbloccarsi anche fuori casa. A cura di Fabio Corrao

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy