LE PAGELLE DI MEDIAGOL.ITCROTONE-PALERMO 1-2

LE PAGELLE DI MEDIAGOL.ITCROTONE-PALERMO 1-2

di Mariano Calò Il Palermo sbanca uno dei campi più difficili della cadetteria grazie alle reti di Hernandez e Lafferty. Il gioco offensivo è un po mancato, lasciando il posto.

Commenta per primo!

di Mariano Calò Il Palermo sbanca uno dei campi più difficili della cadetteria grazie alle reti di Hernandez e Lafferty. Il gioco offensivo è un po mancato, lasciando il posto alle prodezze dei singoli, ma tutti i rosanero, dal portiere alle punte, si sono sacrificati per mantenere il risultato, anche quando il pressing dei calabresi è diventato asfissiante. Il migliore di sicuro il nordirlandese, spina nel fianco della difesa del Crotone e autore di un gol da cineteca. UJKANI 6,5 Gioca il primo tempo col sole in faccia ma non si fa mai sorprendere, in assenza di veri pericoli i guai li crea da solo facendosi rubar palla da Pettinari. Si riscatta con una bella parata su De Giorgio e soprattutto nel secondo tempo quando salva il risultato sul colpo di testa di Dezi. MUNOZ 6,5 La sua partita è attenta e grintosa. Come i suoi compagni di reparto non concede quasi nulla, tranne qualche colpo di testa. TERZI 6,5 Marca Pettinari e gli concede pochissimo, giusto un colpo di testa che poteva mettere in difficoltà il portiere. Con Verre rimedia al mezzo pasticcio di Ujkani, ma non può farci nulla quando Pisano tiene in gioco Dezi in occasione del gol Crotone che accorcia le distanze. ANDELKOVIC 6,5 Disturba tutti gli attaccanti del Crotone e salvo qualche anticipo mancato gioca una gara impeccabile. Riesce a mantenere la calma quando il Crotone assedia Ujkani alla ricerca del 2-2. MORGANELLA 6,5 Manca di precisione, ma col fisico mette in crisi gli esterni del Crotone. Qualche problemino ce lha con la velocità dei calabresi che spingono soprattutto sulla sua fascia mettendo in mezzo palloni insidiosissimi. Si trova spesso tra due uomini, ma ci mette una pezza con un dinamismo fuori dal comune. BOLZONI 6,5 Le ha giocate praticamente tutte, ma la grinta è quella del primo giorno. Un po ingenua lammonizione con cui si procura la squalifica intervenendo in ritardo. Perde lucidità col passare dei minuti, ma il suo apporto risulta decisivo. VERRE 6 Prova a metterci la sua qualità, ma la partita è tosta e finisce per lavorare soprattutto in copertura. NGOYI 6,5 (dal 32 s.t.) Entra nel momento di massimo stress della partita, col Crotone che cerca il pareggio sulle ali dellentusiasmo. Risponde bene, con un grande impatto fisico sulla partita, ma anche contribuendo ad abbassare il ritmo del gioco. Non è un caso se con lui in campo il Palermo smette di soffrire. BARRETO 7 Se il Palermo entra in campo intimidendo il Crotone il merito è anche della grinta che trasmette ai compagni. Ci mette lo zampino sui calci piazzati e tiene alta lattenzione quando cè da soffrire. PISANO 6 Deve tenere a bada De Giorgio, così è costretto a lavorare soprattutto in fase difensiva. Non sale coi tempi giusti tenendo Dezi in gioco in occasione del gol del 2-1. E una brutta macchia sulla sua partita, ma si riscatta salvando la porta dal 2-2. LAFFERTY 7 Si muove su tutto il fronte dattacco tenendo in apprensione la difesa del Crotone. Sembra poter tirare fuori il coniglio dal cilindro da un momento allaltro ed è esattamente quello che accade al 13: il gol del 2-0 è un gioielo che di fatto chiude la partita. DYBALA (dal 40 s.t.) S.V. Entra in campo per tenere palla in avanti negli ultimi cinque minuti di gioco. Con la sua freschezza mette in difficoltà il Crotone, impegnando Gomis e guadagnando secondi preziosi. HERNANDEZ 6,5 Comincia la partita come meglio non potrebbe. Segna, impensierisce Gomis con una rovesciata, poi si eclissa un po dal gioco offensivo e si sacrifica andando ad aiutare il centrocampo. IACHINI 7 Studia bene la partita e propone una squadra decisamente più votata allinterdizione rispetto alla vittoria contro la Ternana. Ha ragione lui perché il Palermo tiene bene il campo e fino al 2-0 fila tutto abbastanza liscio nonostante lavversario esuberante. Lingresso di Ngoyi poteva addirittura essere anticipato di una manciata di minuti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy