LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT PALERMO-CESENA 2-2

LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT PALERMO-CESENA 2-2

SIRIGU 5,5 – Primo tempo di ordinaria amministrazione. Grande intervento su Giaccherini, ma uscita completamente sbagliata sul cross che porta al gol di Parolo. CASSANI 6 – Un po impreciso.

Commenta per primo!

SIRIGU 5,5 – Primo tempo di ordinaria amministrazione. Grande intervento su Giaccherini, ma uscita completamente sbagliata sul cross che porta al gol di Parolo. CASSANI 6 – Un po impreciso in fase di appoggio, sembra in difficoltà sugli esterni romagnoli. Mette il cuore ma non basta. Appannato. GOIAN 6,5 – Un suo recupero prodigioso su Jimenez gli regala una standing ovation. E sempre attento e sicuro, anche se non perfetto nellazione del pareggio cesenate. BOVO 6 – Nessuna difficoltà contro Malonga e compagni, che lo impensieriscono raramente. BALZARETTI 7 – Torna nella sua posizione naturale e gioca una grandissima partita, coronata da due assist vincenti e altri due sciaguratamente sprecati dai compagni (Kurtic ed Hernandez). ACQUAH 7 – Non fa rimpiangere lo squalificato Migliaccio, questo giovanissimo centrocampista settepolmoni, che pressa come un forsennato, recupera mille palloni, sa ben giocare la palla. LIVERANI 7 – Rossi gli riconsegna le chiavi della squadra e lui le usa con saggezza e classe, giocando una gara quasi perfetta. Splendida la palla che serve a Balzaretti in occasione del primo gol. Ritrovato. NOCERINO 6 – Al cospetto del ritrovato mentore, ci mette tutta la grinta che ha, a scapito talvolta della lucidità. Gestisce maluccio un paio di contropiedi nel finale. KURTIC 6 – Al debutto come trequartista trova il gol dopo soli cinque minuti con un inserimento perfetto. Alterna cose buone ad errori banali, deve crescere fisicamente e in esperienza. Spreca di pochissimo uno splendido assist di Balzaretti. MICCOLI 6 – Dopo le polemiche della settimana ritrova il campo e la fascia di capitano. Si muove bene e prova anche qualche giocata delle sue, anche se non trova mai la porta avversaria. PINILLA 6,5 – Allinizio non sembra in giornata di vena, ma viene fuori alla distanza: grande colpo di testa al quale si oppone un Antonioli strepitoso, gol sotto porta, mille palloni giocati a tutto campo e tante botte prese. Il solito combattente. Insostituibile. HERNANDEZ 4,5 – Altra pesante insufficienza per luruguaiano, che entrato tra i fischi (eccessivi) del pubblico vorrebbe spaccare il mondo da solo, cosa che in genere porta a risultati del tutto opposti. Si intestardisce in dribbling assurdi, sbaglia movimenti che dovrebbe fare distinto, fallisce il comodo gol del possibile 3-1 da solo di fronte ad Antonioli. Da ricostruire. BACINOVIC 5 – Dovrebbe aiutare la squadra a gestire la palla e di conseguenza il vantaggio, ma non vi riesce mai. DARMIAN Sv – Pochi minuti per concedere la passerella a Pinilla. Pesa su di lui la responsabilità di aver perso l’uomo nel gol del 2-2 del Cesena- ROSSI 6 – Acclamatissimo dal pubblico, il tecnico riminese disegna una squadra coerente nel modulo alla creatura che ha modellato nellultimo anno e mezzo, anche se con uomini diversi viste le assenze di Migliaccio, Ilicic e Pastore. Sceglie Kurtic sulla trequarti e lo sloveno va subito in gol, piazza Acquah in mediana e il ghanese è uno dei migliori in campo. La squadra riprende a giocare un buon calcio, ma quando sostituisce Miccoli e Liverani, non certo due qualunque, cala il tasso di esperienza della squadra, che si fa incredibilmente rimontare rovinando il giorno del suo ritorno. A cura di Fabio Corrao

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy