LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT FIORENTINA-PALERMO 0-0

LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT FIORENTINA-PALERMO 0-0

A cura di Leandro Ficarra VIVIANO – 6,5 Contro la sua squadra del cuore sfodera una prestazione di personalità e buon livello. Una prova condita da un buon intervento in avvio su.

Commenta per primo!

A cura di Leandro Ficarra VIVIANO – 6,5 Contro la sua squadra del cuore sfodera una prestazione di personalità e buon livello. Una prova condita da un buon intervento in avvio su incornata di Natali ed una parata d’istinto su puntata di Jovetic che salva il risultato nella ripresa. Meriterebbe mezzo punto in più per la perla di fair play con la quale ammette un lieve tocco su tiro di Pasqual concedendo un corner ai viola e correggendo la terna arbitrale. MUNOZ – 6 Prestazione diligente del giovane centrale argentino che inizialmente soffre la fisicità di Amauri e concede qualcosa nel corpo a corpo con l’attaccante ex rosanero. Energico e robusto nei tackles pare più ordinato e meno falloso del solito. Conscio dei suoi limiti in fase di palleggio non esita palla al piede e preferisce spesso rifugiarsi in fallo laterale limitando al minimo i rischi. LABRIN – 6,5 Come i suoi compagni di reparto gioca troppo alle belle statuine sulle palle inattive perdendo in avvio troppo spesso gli attaccanti viola sui sedici metri. Poi cresce col passare dei minuti e prende le misure brillando per tempismo e determinazione in qualche anticipo. Personalità, fisico e concretezza lasciano ben sperare in chiave futura. MANTOVANI – 6 Vista la perdurante assenza di Silvestre dovrebbe fare da chioccia ai giovani scudieri di reparto, non sempre ci riesce in particolare nel primo scorcio di gara quando la retroguardia balla troppo sui calci piazzati e lui latita un po’ sui palloni aerei. Cresce nella ripresa dove governa il reparto con ordine ed il Palermo non rischia quasi più nulla. BERTOLO – 6,5 Tornato titolare dopo la folle topica di Lecce non dispiace. Anzi. Il dinamismo ed il furore sono quelli consueti, il suo incedere, schierato esterno alto a sinistra è meno caotico del solito. Tampona, si propone e dialoga con profitto con Ilicic e Della Rocca. Un buon rientro. DONATI – 6,5 La verticalizzazione che mette Hernandez davanti a Boruc è da manuale del calcio. Detta i tempi della manovra con fosforo e raziocinio ed il gioco rosanero ne beneficia in qualità e fluidità. Prova un paio di conclusioni dalla distanza ma spedisce lontano anni luce dal bersaglio, da uno con i suoi piedi si pretende un po’ di più . DELLA ROCCA – 6,5 Sprizza voglia di lottare e mettersi in luce,sul piano dell’impegno è encomiabile, nel cuore del centrocampo di Mutti utile e prezioso. Raddoppia sull’esterno, sradica un paio di palloni importanti dai piedi di Behrami e Montolivo, partecipa alla cucitura dell’azione con ordine e qualità. Gli manca ancora un po’ di incisività in rifinitura, ex oggetto misterioso, meglio tardi che mai. BARRETO – 6,5 Prima di issare bandiera bianca per infortunio è tra i più positivi, quando la contesa si accende in mezzo al campo e c’è da pressare e mordere le caviglie il paraguaiano da il meglio. Scudo della mediana rosanero, è prezioso anche quando in sede di ripartenza mostrandosi preciso anche in fase di appoggio. PISANO – 6,5 Sta ritrovando il passo e la fisicità dei giorni migliori. Ingaggia un bel duello con il dirimpettaio Pasqual e brilla per ordine, attenzione e forza fisica sia in fase di copertura che di spinta. Presidia bene la sua corsia, si sovrappone e spinge sulla destra mettendo in mezzo anche un paio di cross interessanti. HERNANDEZ – 5,5 Lotta ma fatica a far salire la squadra, non ne ha il peso e le caratteristiche. Meglio quando può puntare l’avversario o attacare la profondità. Duetta bene con Ilicic, si divora un gol su splendido assist di Donati, pecca di egoismo non servendo Barreto dopo un ubriacante dribbling in area viola. Lezioso. ILICIC – 6,5 Ha voglia di lasciare il segno. Ed è già qualcosa. Mette il suo talento al servizio della squadra,si sacrifica in fase di ripiego, gioca bene di sponda non eccede nel dribbling. Un paio di buoni uno contro uno sprecati da conclusioni sballate, ha due volte la palla buona dal limite ma sul piede sbagliato,il destro. BACINOVIC – 6 Entra in luogo di Barreto e conferma di essere sulla strada del pieno recupero, contrasta, recupera palloni importanti, si guadagna una punizione dal limite. Gestisce con saggezza il giro palla e rimedia un giallo per eccesso di irruenza. BUDAN – s.v. Entra in luogo di Abel Hernandez nel finale ma non incide particolarmente sul match. VAZQUEZ – s.v Entra al posto di Ilicic – su suggerimento di Fabrizio Miccoli – ma largentino non ha il tempo di mettersi in mostra.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy