Juventus, Nedved: “Ajax? Saranno due match combattuti. CR7? Non temo la squalifica, il suo gesto…”

Juventus, Nedved: “Ajax? Saranno due match combattuti. CR7? Non temo la squalifica, il suo gesto…”

Le parole del dirigente bianconero che si è già proiettato alla doppia sfida contro i lancieri

La Juventus affronterà l’Ajax nei quarti di finale di Champions League.

I bianconeri soddisfatti a metà per il sorteggio di Nyon, dove la mano di Julio Cesar ha pescato l’Ajax, sono coscienti di scendere in campo da favoriti. Il vice presidente della Juventus, Pavel Nedved, ha analizzato così i prossimi avversari e il momento vissuto dai suoi ai microfoni di Sky Sport.

“Ajax? Non sono né contento né scontento, sono sicuro che saranno due bellissime partite, ricordiamoci che hanno meritato di arrivare fin qui perché eliminare il Real Madrid non è una cosa facile. Dovremmo stare molto attenti. I nostri ragazzi si sono meritati e guadagnati le altre due partite in Champions League, è un grandissima cosa sia per loro che per i nostri tifosi e dovremmo affrontarle con l’entusiasmo a mille. CR7? Non temo la squalifica per il gesto dopo la rete perché credo che le emozioni che ci sono sul campo debbano rimanere lì, lui si è solo sfogato dopo essere stato insultato tanto a Madrid dai loro tifosi. Lo capisco, andiamo avanti e non credo ci saranno sanzioni. Effetto Stadium? C’è perché ci troviamo bene in casa davanti ai nostri tifosi che ci hanno spinto, è bello vivere queste partite e queste sensazioni. Contro l’Atletico fuori casa abbiamo giocato una partita normale e subito due reti evitabili, al ritorno i ragazzi hanno mostrato tutto il loro cuore e la cattiveria giusta per vincere la partita. Allegri? Il presidente ha incontrato l’allenatore e hanno deciso di spostare tutto a giugno, dobbiamo essere contenti del nostro allenatore che ha chiuso praticamente il campionato a marzo e ci stiamo giocando la Champions League”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy