IN QUATTRO PER LA CHAMPIONS LEAGUEEcco la volata finale di PALERMO, NAPOLI, JUVENTUS e SAMPDORIA

IN QUATTRO PER LA CHAMPIONS LEAGUEEcco la volata finale di PALERMO, NAPOLI, JUVENTUS e SAMPDORIA

di Domenico Musso Aprile è alle porte e il tempo dei verdetti è vicino. Ultima settimana prima della volata finale con 7 turni al cardiopalma che decideranno chi occuperà quel.

Commenta per primo!

di Domenico Musso Aprile è alle porte e il tempo dei verdetti è vicino. Ultima settimana prima della volata finale con 7 turni al cardiopalma che decideranno chi occuperà quel quarto posto, valido per la qualificazione ai preliminari di Champions League. La redazione di Mediagol.it ha analizzato il momento di forma e il calendario di ciascuna delle squadre in lotta per lo storico traguardo: PALERMO, NAPOLI, JUVENTUS, SAMPDORIA Stato di forma: Il Palermo è forte, sta bene e non intende mollare. Questo il messaggio che partita dopo partita la squadra di Delio Rossi lancia agli inseguitori. All’ombra di Monte Pellegrino al momento non si sembrano patire le scorie che inevitabilmente nel finale di stagione si accumulano e possono far perdere lucidità e punti decisivi. Un calo atletico che il Palermo dovrebbe scongiurare, grazie alla smisurata voglia di raggiungere un storico piazzamento e soprattutto alla forza e coesione del gruppo, fattori mostrati ripetutamente in questo campionato. Se a quanto detto aggiungiamo l’ottimo lavoro di Mr. Rossi, di una cosa si può quindi essere certi: il Palermo sino alla fine sarà lì a lottare per il quarto posto. Calendario: Sabato il derby a Catania, sicuramente la partita più difficile tra quelle rimanenti, contro una squadra tra le più in forma del campionato. Le altre sfide con coefficiente di difficoltà alto sono con Milan e Samp, ma entrambe nel catino del Renzo Barbera. In mezzo partite con squadre che probabilmente non avranno troppo da chiedere al finale di campionato. Uomo Chiave: Un nome per continuare a sognare: Fabrizio Miccoli. Non manca partita in cui il capitano rosanero non sia decisivo per le sorti della sua squadra. Un campione completo e maturo come pochi in Italia, che meriterebbe sia la vetrina europea con il Palermo che la kermesse mondiale con l’Italia di Lippi. Stato di forma: Dopo un periodo di appannamento, tra l’altro piuttosto lungo, la squadra partenopea si è rilanciata alla grande con il doppio turno casalingo che ha fruttato 6 punti. Il rientro di Lavezzi dall’infortunio, la ritrovata verve di Hamsik e il ritorno al gol di Quagliarella sono le note positive su cui Walter Mazzarri costruirà la rincorsa all’Europa che conta. Calendario: Gli azzurri di De Laurentiis hanno probabilmente il calendario più semplice tra le squadre in lotta per il quarto posto. Sabato andranno in casa di una Lazio in lotta salvezza e all’ultima giornata a Genova con la Samp forse per uno scontro diretto che potrà valere l’Europa. In mezzo partite con squadre di centro classifica, salve da tempo e con poche motivazioni. Uomo Chiave: E’ Marek Hamsik il vero trascinatore del Napoli. Un centrocampista (di appena 22 anni) che ha già segnato 10 gol e che con il suo movimento e inserimenti riesce a scardinare anche le difese più ostiche. Se gira lo slovacco, per gli azzurri diventa tutto più facile. Stato di forma: La sofferta vittoria con l’Atalanta ha messo fine ad un’emorragia di 3 sconfitte consecutive, ma non ha dissipato i dubbi sulla squadra bianconera. La cura “Zac” non ha dato i frutti sperati e la Juve continua ad arrancare pesantemente sul piano dei risultati e soprattutto del gioco. In più l’ambiente ostile (ieri forte contestazione dei tifosi nel prepartita) e i continui infortuni non concedono un minimo di tregua per il prosieguo di quella che è già stata etichettata come la peggior stagione juventina del dopoguerra. Calendario: Il finale di campionato nasconde più di un’insidia per la vecchia signora, a partire già da Sabato contro un Udinese che non può permettersi passi falsi in ottica salvezza. In più le sfide contro Inter e Milan. Le restanti partite sembrano alla portata, ma la Juve odierna ha una capacità non indifferente di complicarsi la vita anche nei casi all’apparenza più semplici (ad esempio il disastroso turno di Europa League contro il Fulham). Uomo chiave: Le speranze di un piazzamento dignitoso passano tutte dai piedi e dall’esperienza di Alex Del Piero, come dimostrato nell’ultimo turno di Serie A. Nonostante l’età non più verdissima, il capitano bianconero sembra l’unico in grado di aiutare la incerottata e pallida Juve di quest’anno. Stato di forma: Le ultime partite hanno mostrato una Samp un po’ in calo, complici anche qualche infortunio e carenza di rosa che non permettono di rifiatare ai titolari. Le squadre di Delneri è opinione comune (e anche i numeri danno questa lettura) che nel girone di ritorno perdano smalto, ma la squadra blucerchiata ha esperienza e giocatori per poter competere sino alla fine. Calendario: Difficile. Dopo il Chievo di Sabato prossimo, 3 sfide di fuoco contro Genoa, Milan e Roma. E per finire trasferta alla Favorita contro i rosanero e chiusura in casa contro il Napoli per quello che potrebbe essere un dentro-fuori da brividi. Uomo chiave: Impossibile prescindere da Antonio Cassano, nel bene e nel male. Sebbene l’assenza dell’ex Roma e Real in passato sia stata supplita alla grande dal gruppo, in questo momento, anche per assenza di alternative, la squadra di Delneri non può fare a meno della classe del discusso ma fortissimo fantasista barese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy