IL PALERMO SI REGALA UNA SPERANZA RITORNO AL SUCCESSO PER I ROSANERO, ROMA SCHIANTATA DA ILICIC E MICCOLI

IL PALERMO SI REGALA UNA SPERANZA RITORNO AL SUCCESSO PER I ROSANERO, ROMA SCHIANTATA DA ILICIC E MICCOLI

di Fabio Corrao Era il 24 novembre, la situazione era complicata ma non ancora disperata, e quel sabato sera il Palermo strapazzò il Catania nel derby. Già tre giorni dopo,.

Commenta per primo!

di Fabio Corrao Era il 24 novembre, la situazione era complicata ma non ancora disperata, e quel sabato sera il Palermo strapazzò il Catania nel derby. Già tre giorni dopo, però, il brusco risveglio, con leliminazione dalla Coppa Italia ad opera del Verona, squadra di B. Da allora in poi, mai più un successo. Si sono susseguiti allenatori, direttori sportivi, calciatori, si è conosciuta lonta dellultimo posto tra rassegnazione, contestazioni e ironia, sono passati quattro mesi e sei giorni, ma alla fine il Palermo ce lha fatta, ha ritrovato qualcosa che non riusciva più a coltivare: lorgoglio, la speranza. Questa volta pare davvero che Sannino abbia trovato la chiave giusta per far reagire una squadra che era imbambolata, tradita dalle sue stesse paure, ancora più debole di quanto i reali valori dicano. Dal secondo tempo contro il Milan si è visto un Palermo reattivo, desideroso di combattere un destino da lui stesso creato storto e contrario. Contro la Roma tutti aspettavano le facili celebrazioni per Totti e la relativa passeggiata giallorossa sui resti di una compagine allo sbando, e invece ti spunta fuori una scintilla, e lunica squadra che corre sul campo è quella rosanero. Ilicic a ricamare e concludere, Miccoli ritrovato e finalizzatore, Morganella, Kurtic e Barreto a inseguire e contrastare gli avversari su ogni ciuffo derba, Sorrentino a difendere strenuamente la sua porta: qui nasce, cresce e si realizza il ritorno rosa ad una vittoria che fa nascere rimpianti ma procura ancora il brivido della lotta senza quartiere fino alla fine. Il Palermo è ancora vivo, non è ancora tempo di celebrare funerali. Il pareggio tra Genoa e Siena dice che tre punti si possono recuperare, che è ancora tempo di lottare, di cercare di stringersi al petto questa serie A fino allultimo minuto dellultima giornata. Il vantaggio di chi non ha più niente da perdere, la smania del disperato accende risorse che fin qui erano davvero impensabili. Dalluovo di Pasqua esce una vera notizia: i rosanero sanno ancora vincere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy