Guidolin:”Ricordo boato al Barbera quando Corini..”

Guidolin:”Ricordo boato al Barbera quando Corini..”

Lex allenatore del Palermo Francesco Guidolin ha parlato a sportmediaset dellanno della promozione rosanero, ricordando poi i momenti belli del suo Palermo che una volta giunto nel massimo campionato.

Commenta per primo!

Lex allenatore del Palermo Francesco Guidolin ha parlato a sportmediaset dellanno della promozione rosanero, ricordando poi i momenti belli del suo Palermo che una volta giunto nel massimo campionato stupì tutti centrando una qualificazione europea storica. “Il bacino dutenza è grande, la città è enorme: mancava la Serie A da tanti anni. Ad aprile cera tutta la città imbandierata e ancora non eravamo sicuri di andar su. Ma fu un campionato lungo e anomalo, cerano sei promozioni, quindi un posto tra le sei lavremmo centrato. Poi siamo arrivati primi. Passavi per le vie di Palermo e se cerano i ragazzi che mettevano le bandierine da terrazzo a terrazzo ti dovevi fermare, prima dovevano completare lopera e poi il traffico poteva riprendere. La festa è continuata nel primo anno di Serie A, lo stadio era pieno e non cera un biglietto in vendita. Quando Corini usciva dal tunnel era un boato tutte le domeniche, non è più stato così neanche quando eravamo primi in classifica. Il primo anno di Serie A è stato fantastico”. Lattuale allenatore dellUdinese ha poi parlato di Zamparini: “E una persona intelligente, ha fatto successo nella vita con le sue mani. Il merito è suo, quando gli chiedevo un giocatore me lo comprava. Con Foschi direttore il Palermo ha cominciato anche a dare soddisfazioni economiche al presidente, che prima aveva avuto solo delusioni spendendo un sacco di soldi. Il mio rapporto con lui rimane buono, ci sentiamo poco ma quando ci sentiamo lo facciamo volentieri. Essere stato a lungo con lui vuol dire aver fatto risultati, dura poco un rapporto se i risultati non ci sono”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy