FIFA 12: LA RECENSIONE DI MEDIAGOL.IT – EA SPORTS CAMBIA TUTTO, IL TRONO È ANCORA SUO?

FIFA 12: LA RECENSIONE DI MEDIAGOL.IT – EA SPORTS CAMBIA TUTTO, IL TRONO È ANCORA SUO?

E venne anche il giorno di FIFA 12. Dopo la scorpacciata di news, immagini e opinioni su PES che vi abbiamo proposto ieri, giorno delluscita ufficiale nei negozi, questoggi è finalmente il.

Commenta per primo!

E venne anche il giorno di FIFA 12. Dopo la scorpacciata di news, immagini e opinioni su PES che vi abbiamo proposto ieri, giorno delluscita ufficiale nei negozi, questoggi è finalmente il FIFA Day: sarà riuscito il re incontrastato dei videogiochi calcistici a colmare le poche pecche del titolo dello scorso anno e allo stesso tempo a portare una ventata di novità? Scopriamolo insieme. Squadra che vince si cambia e vince ancora Il cambiamento è sempre stato nel dna di FIFA, fin dalle primissime edizioni nella seconda metà degli anni novanta. Solo dallepisodio del 2008, guarda caso il primo capitolo ad aver messo in discussione la leadership di PES, la EA Sports ha smesso di svoltare istericamente ogni stagione per concentrarsi sul miglioramento continuo della stessa formula. Questanno però abbiamo la sensazione di essere davanti a qualcosa di più di un semplice aggiornamento, EA Sports non si è cullata sugli allori e ha deciso di reinventarsi ancora una volta il calcio virtuale e ancora una volta sembra averlo fatto nella direzione giusta. La più importante di queste innovazioni è la Difesa Tattica. Bastava guardare una partita di FIFA 11 per rendersi conto che in campo vigeva una frenesia poco realistica. Certo, il calcio moderno è molto intenso, ma la fase difensiva è decisamente più spesso figlia di scelta dellattimo giusto e di una sapiente attesa piuttosto che di unaggressività continua e irrefrenabile sul portatore di palla. Con il nuovo sistema di difesa non esiste più un tasto con cui automaticamente pressare e togliere la palla allavversario, adesso viene data la possibilità al giocatore che difende di temporeggiare, tenersi a distanza di sicurezza dal portatore di palla e assumerà grandissima importanza il momento dellintervento: quando davvero il difensore si sentirà convinto di poter sottrarre la sfera allavversario allora deciderà di intervenire, altrimenti potrà limitarsi a controllare o a districarsi con mestiere in una marcatura ruvida sanzionabile anche col fallo. Non è finita qui, perché anche la fase di possesso palla è stata modificata con lintroduzione del Precision Dribbling. Chi attacca sarà notevolmente avvantaggiato da una resa molto migliore dei giocatori maggiormente dotati tecnicamente, inoltre sarà più facile tirare al volo o centrare la porta dalla distanza. Miglioramenti sono stati apportati anche allImpact Engine, ovvero alla gestione degli impatti tra giocatori. Questa innovazione avrà un effetto di grande sensazione visiva, ma non soltanto, perché falli e infortuni saranno calcolati in tempo reale e non attraverso animazioni predefinite, dando vita ad una simulazione più attenta e precisa anche nella dinamica delle parate. Il giudizio complessivo di questa piccola-grande rivoluzione operata da EA Sports nella giocabilità è assolutamente positivo. Ci rendiamo conto che ci vorranno forse settimane per sentirsi allaltezza della situazione nella fase difensiva, ma le modifiche effettuate rendono il gioco ancora più profondo, realistico e libero da ogni costrizione dando la sensazione a chi riesce a padroneggiarlo di star davvero dando vita alla propria creatività calcistica attraverso un joypad. Grafica e modalità di gioco nel rispetto della tradizione Se la giocabilità ha subito rilevanti modifiche, non cè molto da dire sui cambiamenti estetici. Il motore di gioco è pressoché invariato e sfidiamo chiunque a riconoscere FIFA 12 dal suo predecessore basandosi soltanto sulla grafica del gioco. Rimane un po il punto debole del gioco, riscattato però ampiamente dalla quantità immensa di licenze di club che rendono possibile qualsiasi sfida, il limite è davvero soltanto la vostra immaginazione, anche se come al solito il Sud America è stato un po trascurato e qualche nazionale in più non avrebbe assolutamente guastato, ma il Creation Centre da cui scaricare le squadre create dagli utenti può aiutare a sopperire a questa mancanza. Le modalità di gioco sono sempre le stesse, con Ultimate Team, la stagione Testa a Testa, e il Pro Club da disputare online. La telecronaca rimane sempre un gradino sotto alla concorrenza, sia per varietà che per accuratezza. Decisamente gradevole la soundtrack, anche se per i giocatori più accaniti arriverà comunque il momento in cui di ascoltare le canzoni selezionate non ne vorranno più sapere. FIFA 12 è senza ombra di dubbio il gioco di calcio migliore mai prodotto. La grafica, rimasta la solita non eccelsa dellanno precedente, è lunico punto debole di un gioco per certi versi geniale. Le tante modalità online e offline, le migliaia di squadre licenziate e soprattutto il gameplay sempre più realistico e accurato ne fanno una scelta obbligata per chi ha intenzione di passare più di qualche minuto davanti alla propria console. La curva di apprendimento sarà più lunga del solito, ma dopo un certo scoraggiamento iniziale non potrete che apprezzare. di Sarah Castellana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy