ESCLUSIVA MEDIAGOL – PARLA IL DS SABATINI“Toloi? Per la difesa non penso soltanto a lui”“Il principe in visita da Zamparini? Vi spiego…”

ESCLUSIVA MEDIAGOL – PARLA IL DS SABATINI“Toloi? Per la difesa non penso soltanto a lui”“Il principe in visita da Zamparini? Vi spiego…”

Interessante intervista al direttore sportivo del Palermo Walter Sabatini, rintracciato in esclusiva da Mediagol.it. Il ds rosanero si è soffermato sugli obiettivi di mercato del club di Viale.

Commenta per primo!

Interessante intervista al direttore sportivo del Palermo Walter Sabatini, rintracciato in esclusiva da Mediagol.it. Il ds rosanero si è soffermato sugli obiettivi di mercato del club di Viale del Fante, facendo chiarezza sulle voci riguardanti Toloi, Munoz, Hernanes e Ayew. Piena sintonia sulle strategie societarie con il presidente e con il mister Delio Rossi, tanti elogi per i nuovi acquisti, partendo dal giovane Kasami… Il direttore sportivo del Palermo, Walter Sabatini, ha parlato questoggi in esclusiva a Mediagol.it. Il dirigente rosanero ha commentato le parole del presidente Maurizio Zamparini che ha rivelato di aver dato mandato a Sabatini di chiudere le operazioni ma che il ds rosanero starebbe temporeggiando per spendere qualcosa in meno. “Come commento lesternazione di Zamparini? Cè poco da commentare. Diciamo che in realtà l’attenzione a livello di spesa è sempre alta – ha detto Sabatini – ed è doveroso sia così, lo stesso presidente è molto attento a questo aspetto, ci mancherebbe altro. Ci sono contingenze che devono realizzarsi nel portare a termine un’operazione non è comprare qualcosaltro, magari si devono incastrare situazioni complessive che devono andarsi a realizzare nel loro insieme”. TOLOI A PALERMO? NON E’ L’UNICO CHE… Il direttore sportivo del Palermo, Walter Sabatini, ha parlato a Mediagol.it della situazione della trattativa per il giovane difensore del Goias Toloi. “Intanto stiamo parlando di un ottimo calciatore – ha detto Sabatini – ma vi sono altre candidature, altri giovani di qualità stiamo valutando anche altre piste, inoltre la levatura dei calciatori a volte ci porta o ci potrebbe portare in rotta di collisione con quelli che consideriamo titolari del Palermo e allora stiamo attenti un po’ a tutti gli aspetti sia con mister ma anche con lo stesso presidente a volte” Il direttore sportivo del Palermo ha anche chiarito limportanza della politica attuata dai rosanero nella gestione del gruppo nellambito della trattativa per Toloi. “Giudichiamo rilevante questo aspetto, all’interno ci deve essere dinamicità e competizione ma non una forte conflittualità nei ruoli. Tutta una serie di motivi ci fanno prendere tempo ma non ho detto che non faremo laffare Toloi, magari lo faremo anche, ma quando i tempi saranno maturi. D’altronde poi c’è un tecnico che sta facendo sue valutazioni e il presidente lo sa, tant’è che le facciamo insieme circa il materiale che abbiamo a disposizione e i rapporti di forza che così come si stanno delineando deve descriverceli l’allenatore. Se possiamo dire che arriveranno due centrali? Possibile…”. SOLO GIOVANI A PALERMO? BASTA SIANO… Nel corso dell’intervista esclusiva concessa in giornata alla redazione di “Mediagol.it”, il direttore sportivo del Palermo Walter Sabatini ha chiarito un suo pensiero relativo ai giovani e alle strategie societarie del club di Viale del Fante. “Ho sempre detto che il giocatore giovane diventa oggetto o soggetto di rischio se è scarso, il problema è trovare il giovane giusto e forte perché dopo i giovani valgono quanto i vecchi da un punto di vista prettamente sportivo – ha precisato Sabatini – se abbiamo paura di questo aspetto dovremmo cambiare politica e non è certo il caso del Palermo perché quello che noi facciamo e le nostre decisioni le prendiamo credendo in quello che stiamo facendo. Se prendo un giovane non devo avere paura che il suo rendimento venga compromesso dall’esperienza. Prendiamo in esempio Kjaer. E’ arrivato a Palermo come un’attuale 91, essendo dell’89 e avendolo preso due anni fa e quando è arrivato ha dimostrato subito le sue qualità, per cui non è un problema di età ma di qualità”. IL POLACCO GLIK NON E’ ‘SOTTO ESAME’ Ai microfoni di “Mediagol.it”, il direttore sportivo del Palermo Walter Sabatini si è anche soffermato a parlare della posizione di Kamil Glik, giovane difensore polacco prelevato in questa campagna trasferimenti. “Non è sotto esame e sarebbe ingeneroso farlo considerando che parliamo di un nazionale polacco. E’ chiaro che non ha un pedigree di grandissima levatura ma è un ragazzo che si è subito proposto bene – ha dichiarato Sabatini a “Mediagol.it” – non sarà lui il comandante, il titolare del reparto, perché sarà solo un giocatore che integra il reparto o almeno oggi lo pensiamo con questo ruolo e non ci aspettiamo da lui il salto di qualità. Poi magari interpreterà un altro ruolo e tutti potremmo solo esser contenti di questo perché significa che si sarà proposto bene fin da subito”. SE ARRIVA HERNANES? VEDREMO… Intervistato in esclusiva dalla redazione di “Mediagol.it”, il direttore sportivo rosanero Walter Sabatini ha poi affrontato il capitolo Hernanes, talentuoso centrocampista brasiliano del San Paolo. “I riscontri che ho avuto dagli incontri interlocutori con i suoi rappresentanti italiani sono più o meno conosciuti, ovvero che il giocatore è molto costoso, ma è anche molto valido e se non arriva al Palermo non sarà certo per una questione di costi – ha spiegato Sabatini a “Mediagol.it” – perché per Zamparini non c’è nessun tipo di imbarazzo nell’ipotesi di spendere soldi, potrebbe farlo tranquillamente e non ha problemi a farlo, anzi mi ha già mandato a farlo se necessario investire, ma ci sono tante altre operazioni da fare e le stiamo facendo. Vedremo…”. “Se è vero che il Palermo ha offerto 13 milioni di euro al San Paolo per Hernanes? No, è pura fantasia perché non faremo mai offerte sparate di questo tipo. Noi facciamo caso mai una richiesta per vedere se il giocatore è compatibile con le nostre risorse, ma per adesso non abbiamo fatto nessuna offerta per il brasiliano”. Lo ha dichiarato in esclusiva ai microfoni di “Mediagol.it”, il direttore sportivo del Palermo Walter Sabatini. AYEW NON ARRIVERA’, RIMANE IN FRANCIA Ai microfoni di “Mediagol.it” il direttore sportivo del Palermo Walter Sabatini ha anche fatto qualche rivelazione relativa al mercato rosanero in chiave centrocampo. “Ayew? Lo cancellerei proprio perché il Marsiglia l’ha dichiarato incedibile e quindi direi di toglierlo dalle possibilità. Invece stiamo valutando la qualità dei giovani che sono attualmente in forza al Palermo, ad esempio Acquah. Magari le qualità che metterà in mostra in tutti questi giorni di ritiro saranno tali e tante da farci spostare l’attenzione su altri tipi di giocatori. Stiamo valutando Kasami come lo stesso Rigoni, Darmian, Garcia, rispetto a come andranno questi ragazzi faremo le nostre scelte in sede di mercato”. ACQUAH STA FACENDO BENE, ROSSI LO STUDIA Nel corso dell’intervista esclusiva concessa alla redazione di “Mediagol.it”, il direttore sportivo rosanero Walter Sabatini si è poi soffermato sul giovane Acquah, che ben sta facendo agli ordini di Delio Rossi in Carinzia. “Sta facendo molto bene, è vero. Rossi lo sta studiando tutti i giorni per vedere come reagisce e come si propone nelle diverse zone del campo. Ci sembra che oggi possa fare tranquillamente il centrale, certo pensare che possa sostituire Liverani mi sembra una responsabilità eccessiva ma è in dubbio che in quella zona del campo esprime qualità dinamica e tecnica certamente di livello”. KASAMI FORTE SE LO DIMOSTRERA’ IN CAMPO “Se sono contento dell’iniziale exploit di Kasami? Non sono felice perché sapevo che aveva queste qualità, sarò felice quando magari ci farà vedere queste qualità in maniera continua e costante la domenica, qualora giocasse e riuscisse a trovare presto spazio in squadra”. E’ questo il pensiero del direttore sportivo rosanero Walter Sabatini, intervistato in esclusiva dalla redazione di “Mediagol.it” CAVANI, GRANDE COLPO PER IL NAPOLI Edinson Cavani è stato sedotto e abbandonato dall’Inter. Questo in merito il pensiero del direttore sportivo del Palermo, Walter Sabatini, intervistato in esclusiva dalla redazione di “Mediagol.it”. “Di sicuro noi non ci lasciamo sedurre facilmente perché non siamo così fragili – ha premesso il dirigente del club di Viale del Fante – Se mi aspettavo come per Kjaer maggiore attenzione dalle big? C’erano molte squadre che l’avevano attenzionato e lo stavano seguendo ma penso che Cavani abbia scontato una cosa. Il calcio vive di grande emotività anche passeggera, il Mondiale ha messo in vetrina un ottimo calciatore, ma a Edy in questa rassegna gli è mancata la soluzione plateale, pirotecnica, quella che sposta il livello di attenzione molto in alto – ha spiegato – ha fatto molto bene però le società che lo stavano seguendo magari si aspettavano qualcosa di eclatante nella gestualità tecnica e si sono raffreddate un po’ le attenzioni. E’ rimasto vivo il Napoli che a mio avviso ha fatto un grandissimo colpo perché Cavani è un giocatore formidabile, il colpo l’ha fatto anche il Palermo perché per vicende ormai note che riguardano i cicli dei calciatori, sapevate che avevamo la necessità di trovare una sistemazione al ragazzo”. DI CAVANI CON L’INTER PARLAI A GENNAIO, POI… “Se l’Inter è rimasta sorpresa dalla sterzata decisiva e fulminante del Napoli su Cavani? L’Inter è una società che fa il mercato come tutte e che io ammiro per i risultati che ottiene da anni. Di Cavani si è occupata a Gennaio, io ho parlottato con Branca ma evidentemente la dirigenza non ha ritenuto fosse un calciatore di rinforzo per loro, altrimenti si sarebbe fatta sotto dignitosamente attraverso i canali consentiti e consueti del mercato, da presidente a presidente e da ds a ds, questo non è successo e vuol dire che Cavani non rientrava nel progetto Inter”. E’ questo il pensiero del direttore sportivo rosanero Walter Sabatini, intervistato in esclusiva dalla redazione di “Mediagol.it”. QUELL’OFFERTA PER EDY RIFIUTATA UN MESE FA… “Se non c’era questa importante volontà importante del Napoli avremmo venduto prima Cavani all’estero? Noi non potevamo chiudere con nessuno perché l’interesse verso Cavani di numerose società era rilevante ma non è mai stato decisivo, fatto salvo una squadra russa che aveva formulato una richiesta ufficiale ma che noi abbiamo rifiutato circa un mese fa”. A rivelarlo il direttore sportivo del Palermo Walter Sabatini, intervistato da “Mediagol.it”. LO SCEICCO IN VISITA DA ZAMPA? VI SPIEGO… Al termine dell’intervista concessa in esclusiva alla redazione di “Mediagol.it”, il direttore sportivo del Palermo Walter Sabatini ha spiegato la presenza del principe Saudita nel ritiro austriaco dei rosanero. “E’ lì per una relazione personale con il presidente. Il Palermo non ha niente a che vedere con lui, non pensate che Zamparini stia cedendo il club a chissà chi, né tantomeno al principe degli emirati arabi – ha dichiarato Sabatini a “Mediagol.it” – è un suo ospite personale, con questo sceicco c’è un’amicizia di famiglia ma non ha nulla a che vedere con il calcio”. di Alberto Giambruno

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy