ENNESIMA TRASFERTA AMARA IL PALERMO, DOPO QUATTRO ANNI, CADE ANCHE A TORINO CONTRO LA JUVENTUS

ENNESIMA TRASFERTA AMARA IL PALERMO, DOPO QUATTRO ANNI, CADE ANCHE A TORINO CONTRO LA JUVENTUS

di Fabio Corrao Il trend positivo che vedeva il Palermo vincere a Torino da tre anni si è fragorosamente spezzato allesordio dei rosanero nel nuovo Juventus Stadium, vera e propria.

Commenta per primo!

di Fabio Corrao Il trend positivo che vedeva il Palermo vincere a Torino da tre anni si è fragorosamente spezzato allesordio dei rosanero nel nuovo Juventus Stadium, vera e propria roccaforte dei bianconeri, che in questo impianto non hanno ancora perduto. E stato il solito Palermo ammalato di mal di trasferta, troppo timido, troppo schiacciato allindietro e molto poco cinico e concreto nel paio di occasioni da gol avute. E stata una sconfitta netta sul piano del risultato quanto lo è stata su quello del gioco. La Juventus è partita subito aggressiva, e ha continuato a pressare altissimo per tutta la gara, atteggiamento che ha messo in enorme difficoltà gli uomini di Mangia, e ha evidenziato in maniera marchiana lassenza di una punta in grado di far salire e respirare la squadra. Un conto è giocare in casa contro il Bologna, che sta tutto dietro la linea della palla, ben altra storia è andare in trasferta contro un avversario già forte di suo e affrontarlo senza una vera punta di ruolo. Vero è che Pinilla ed Hernandez erano fuori uso, ma ci si chiede se sia il caso o meno di continuare a considerare Igor Budan membro della rosa, oppure etichettarlo definitivamente come comprimario di lusso. E stata la giornata terribile di Mauro Cetto: fin qui il centrale argentino aveva ben impressionato per sicurezza ed efficacia, mentre oggi è andato in bambola aprendo autostrade a Pepe e a Matri in occasione delle prime due reti della squadra di Conte. Ma anche sugli esterni il Palermo ha sofferto moltissimo, e ben pochi sono i rosanero che hanno sfoderato una prestazione almeno sufficiente. Un passo indietro notevole anche per Josip Ilicic, che contro i felsinei aveva incantato ma che a Torino ha sbagliato due comode palle gol per poi nascondersi nellinerzia della sconfitta che andava maturando. Bisogna far qualcosa, e alla svelta, per risolvere questo oscuro male che attanaglia i rosanero quando giocano lontani dal Barbera. Il gol di Parolo nel derby di Bologna ha certificato che ad oggi il Palermo è lunica squadra di serie A a non aver mai segnato fuori casa. E un dato inquietante, per certi versi spaventoso, non allaltezza di una squadra che vuole stazionare nella parte sinistra della classifica. Classifica che malgrado tutto ancora sorride ai rosanero, grazie alla marcia da rullo compressore al Barbera. E domenica prossima arriva il passato, arriva Delio Rossi. Una occasione ghiotta per riprendere il cammino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy