Dominguez: “Abel segnato da suo stop, genitori…”

Dominguez: “Abel segnato da suo stop, genitori…”

“Il fatto che Abel mi abbia ringraziato mi ha colpito. Ancor prima di un grande atleta è un grandissimo ragazzo con sani valori, motivo per il quale è stato spontaneo e naturale il.

Commenta per primo!

“Il fatto che Abel mi abbia ringraziato mi ha colpito. Ancor prima di un grande atleta è un grandissimo ragazzo con sani valori, motivo per il quale è stato spontaneo e naturale il lavoro fatto dalla nostra squadra per stare al suo fianco”. Così ai microfoni di palermonews German Dominguez, assistente di Pablo Betancourt, agente dell’attaccante Abel Hernandez. “Non aveva mai subito un infortunio così grave, uno stop che lo ha segnato e gli ha fatto vivere momenti di sconforto. Il momento dell’operazione e i giorni successivi sono stati delicati per lui, vista la sofferenza data dall’impossibilità di scendere in campo per aiutare la squadra che attraversava un momento molto difficile. Quando giochi tutti si ricordano di te, dalla stampa ai tifosi, ma quando resti fuori per tanto tempo spesso finisci quasi nel dimenticatoio. La presenza dei suoi genitori, che gli hanno sempre trasmesso tanta forza e amore, è stata fondamentale. Se ha mai pensato di smettere? No, perché Abel vive per il calcio… ma in più di un’occasione ha dovuto lottare contro tutto alla ricerca delle giuste motivazioni”, ha poi aggiunto Dominguez.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy