Di Canio: “Ferguson mi telefonò, ma io lo insultai!”

Di Canio: “Ferguson mi telefonò, ma io lo insultai!”

“Sir Alex mi ha telefonato a Natale, ma io pensavo fosse un mio amico e quindi gli ho detto “vaf******o”. Lui allora ha detto: “Paolo sono Alex” e io ho risposto con un “Alex chi? Sei tu, figlio di.

Commenta per primo!

“Sir Alex mi ha telefonato a Natale, ma io pensavo fosse un mio amico e quindi gli ho detto “vaf******o”. Lui allora ha detto: “Paolo sono Alex” e io ho risposto con un “Alex chi? Sei tu, figlio di p*****a?” Non avevo assolutamente capito con chi ero al telefono, ero convinto che fosse una presa in giro da parte di questo mio amico italiano. Comunque, una volta chiariti, gli ho detto che non potevo andare allo United per rispetto del West Ham e per la fedeltà che ho nei loro confronti. Uno dei miei più grandi rimpianti della mia carriera da allenatore sarà non incontrare il Dio del Calcio nel tunnel che porta al campo”. Questo divertente retroscena lo ha raccontato lallenatore del Sunderland, Paolo Di Canio, ai microfoni del tabloid britannico “The Sun”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy