“Cor Sport”: Bacinovic, nuovo talento per Palermo

“Cor Sport”: Bacinovic, nuovo talento per Palermo

di Stefano Chioffi per il “Corriere dello Sport” Il Palermo può esercitare un diritto di prelazione e si prepara a chiudere l’operazione con il Maribor: Armin Bacinovic ha vent’anni ed.

Commenta per primo!

di Stefano Chioffi per il “Corriere dello Sport” Il Palermo può esercitare un diritto di prelazione e si prepara a chiudere l’operazione con il Maribor: Armin Bacinovic ha vent’anni ed è il centrocampista più interessante del campionato sloveno. Il ds Walter Sabatini non l’ha scoperto durante l’andata del preliminare di Europa League, gara vinta (3-0) dalla squadra di Delio Rossi: aveva già seguito Bacinovic nei mesi scorsi e adesso è pronto ad accelerare la trattativa, visto che sul giocatore si sono mossi anche altri club. Si è informato il Napoli, l’Aston Villa ha presentato un’offerta, si è fatto avanti il Deportivo La Coruna. Ma il Palermo è in vantaggio: ha parlato con il presidente del Maribor, Drago Cotar, e ha fissato l’appuntamento decisivo per giovedì sera, dopo la sfida di ritorno in programma in Slovenia. Una strategia che può portare a due soluzioni: Bacinovic, 79 presenze e 6 gol nella serie A slovena, potrebbe proseguire il suo processo di crescita alle dipendenze di Rossi, oppure potrebbe essere ceduto in prestito al Cesena, che aveva bussato nelle scorse settimane alla porta del Maribor, dove lavora come direttore sportivo Zlatko Zahovic, ex fantasista del Porto, del Valencia e del Benfica. LE QUALITÀ – Bacinovic è un centrale di buona prospettiva: è ordinato e brillante nell’ impostazione della manovra, ha un lancio preciso, distribuisce tanti palloni con sapienza e lucidità. È il classico centrocampista che governa una squadra, dettando i tempi e i movimenti dei suoi compagni. Razionalità, spirito di iniziativa e agonismo, perché offre un sostegno costante anche nei contrasti: va in pressing, è robusto nei tackle, partecipa alla fase difensiva. Bacinovic ha fatto registrare notevoli progressi negli ultimi due anni. Colpisce per il grado di maturità in rapporto alla sua età. È moderno e dinamico: ha una tecnica elegante, ma il suo calcio è molta sostanza e pochi ricami. Negli appoggi è rapido e disinvolto, una qualità che gli consente di non soffrire le marcature più asfissianti: tende a usare soprattutto il piede destro, cerca il corridoio per gli attaccanti e prova a dare profondità all’azione. Garantisce geometrie e forza atletica: è alto un metro e 82 per un peso-forma di 78 chili. Ha corsa e potenza, è un regista abituato a muoversi nel 4-4-2, ma non si limita a costruire il gioco. Prova anche l’inserimento: ha il passo e il ritmo giusto per farsi apprezzare nelle conclusioni, è pericoloso con i suoi tiri in diagonale, ha una discreta mira da fuori area. Con la nazionale slovena under 21 ha segnato quattro gol in dieci partite. E nello scorso campionato, in ventotto presenze, ha realizzato tre reti: ha lasciato il marchio contro l’Olimpija Ljubljana, il Luka Koper e l’Nd Gorica. È UN CLASSE 1989, DEBUTTO NEL 2007 – Nonostante sia molto giovane, è nato a Maribor il 24 ottobre del 1989, Bacinovic ha già disputato – fra Prva Liga e coppe – oltre cento gare con la squadra della sua città. Si è messo in evidenza anche in questa prima parte della stagione, firmando un assist in Europa League nella sfida con l’Hibernian e sfoderando tre prestazioni importanti in campionato. Gestito dal procuratore Danko Dikic, Bacinovic può rappresentare per il Palermo un investimento intelligente e a basso costo. Ha cominciato la carriera nelle giovanili dello Zeleznicar e nel 2002 è stato tesserato dal Maribor. Gioca a livello professionistico da oltre tre anni: il suo debutto risale al 7 luglio del 2007 in occasione di una partita di Coppa Intertoto contro l’Hajduk Kula. E due settimane dopo, il 22 luglio del 2007, si è affacciato in Prva Liga, entrando al 90’ al posto di Dejan Mezga: 3-1 sul campo del Labod Drava, club al quale ha segnato più avanti (nella gara di ritorno della stagione 2007- 08) anche il primo gol in carriera. Due gli allenatori fondamentali per la sua ascesa: Milko Gjurovski, che nell’ultimo anno ha guidato in Macedonia il Belesica (club in cui è cresciuto l’interista Goran Pandev) e Branko Horjak, miglior cannoniere della storia del Maribor con 128 reti. Ma anche il suo attuale tecnico, Darko Milanic, lo considera il pezzo pregiato del Maribor insieme con Josip Ilicic, esterno sinistro, 23 anni ancora da compiere, arrivato in estate dall’Interblock Ljubljana, altro giocatore che il Palermo potrebbe acquistare nelle prossime ore. Bacinovic ha vinto tre trofei: nel 2009 ha festeggiato lo scudetto e la Supercoppa, mentre nel 2008 ha conquistato la Coppa di Slovenia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy