Conte annuncia la formazione per Italia-Portogallo: “Sarà un 4-3-3 e Vazquez partirà dalla panchina”

Conte annuncia la formazione per Italia-Portogallo: “Sarà un 4-3-3 e Vazquez partirà dalla panchina”

Domani a Ginevra non ci saranno punti in palio, ma l’amichevole con il Portogallo per l’Italia di Conte è importante per il ranking e per confermare quanto di buono visto con la Croazia:.

Commenta per primo!

Domani a Ginevra non ci saranno punti in palio, ma l’amichevole con il Portogallo per l’Italia di Conte è importante per il ranking e per confermare quanto di buono visto con la Croazia: “Ai ragazzi manca questa partita per completare la stagione – ha sottolineato Conte in conferenza stampa – mi aspetto grande impegno e risposte sul campo. La Nazionale deve avere sentimento, passione, entusiasmo e sacrificio nel Dna. La maglia azzurra deve essere sempre un grandissimo stimolo, un traguardo, va tenuta ben stretta”.

Il Ct ha annunciato l’undici che scenderà in campo, confermando il modulo adottato a Spalato, un 4-3-3 con ben sei novità rispetto alla squadra che ha affrontato la Croazia: tra i pali Sirigu prenderà il posto di Buffon, in difesa giocheranno De Sciglio, Ranocchia, Bonucci e Darmian, mentre a centrocampo Pirlo sarà confermato in cabina di regia affiancato da Soriano e Bertolacci. In avanti spazio dal primo minuto a Immobile, con la conferma di Candreva ed El Shaarawy sulle fasce. “Sfrutterò tutti i cambi a disposizione – ha dichiarato Conte – Sansone, Vazquez e altri entreranno nel corso della gara. I ragazzi nuovi si sono integrati molto bene e sono molto contento di quanto hanno fatto fino ad adesso. Voglio sottolineare anche la grande professionalità di Acerbi e Bonaventura, che erano in vacanza e sono venuti quando sono stati chiamati. Bisogna lavorare se si vogliono ottenere risultati. A volte c’è più tempo a volte ce ne è di meno, ma occorre sfruttare al massimo quello che abbiamo a disposizione e dare la possibilità alla squadra di avere diverse soluzioni di diversi schemi. Cerco di lavorare molto sulla testa dei calciatori, voglio che la squadra acquisti mentalità e capisca la differenza tra vincere e non vincere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy