Cavani: agente vince causa per acquisto Palermo

Cavani: agente vince causa per acquisto Palermo

Mediagol.it vi propone il comunicato stampa ufficiale di Vincenzo d’Ippolito in merito alla causa in corso tra lo stesso agente e la società uruguayana del Danubio che pretese il.

Commenta per primo!

Mediagol.it vi propone il comunicato stampa ufficiale di Vincenzo d’Ippolito in merito alla causa in corso tra lo stesso agente e la società uruguayana del Danubio che pretese il licenziamento di d’Ippolito dalla FIGC. I fatti risalgono al 2007, quando il Danubio trattava con il Palermo il trasferimento di Edinson Cavani non riconoscendo però l’agente federale come legittimo mandatario del calciatore uruguayano. COMUNICATO STAMPA Il TAS dà ragione a d’Ippolito Il dott. Vincenzo d’Ippolito, Agente di Calciatori licenziato dalla F.I.G.C., comunica che, dopo una lunga battaglia legale contro il club uruguiano Danubio FC, lo scorso 5 ottobre il Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna ha accolto il proprio ricorso in appello avverso la precedente decisione del Giudice Unico del FIFA Players’ Status Committee. Il TAS nel relativo lodo arbitrale ha riconosciuto che nel gennaio 2007 l’agente d’Ippolito operò quale legittimo mandatario del Danubio FC per il trasferimento del calciatore Edison Cavani a società di calcio italiane, che venne poi perfezionato a favore dell’U.S. Palermo il successivo 30 gennaio 2007, e ha quindi condannato il predetto club uruguiano al pagamento in favore del d’Ippolito di una commissione sull’indennita’ di trasferimento corrisposta dall’U.S. Palermo al Danubio FC per le relative prestazioni sportive del calciatore, oltre agli interessi legali a far data dall’11 aprile 2007. L’agente d’Ippolito – che è stato assistito dall’avv. Ettore Mazzilli, esperto in diritto sportivo – esprime il proprio personale compiacimento per il favorevole epilogo di una controversia che ha fatto finalmente luce sulla vicenda riconoscendo al d’Ippolito di aver, come sempre, legittimamente operato con la massima correttezza, trasparenza e professionalità. Giulianova, 7 ottobre 2012

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy