Capello: “Maradona, Messi fa la differenza. In Italia poco spazio ai giovani”

Capello: “Maradona, Messi fa la differenza. In Italia poco spazio ai giovani”

Le dichiarazioni dell’ex tecnico di Roma e Juventus.

Commenta per primo!

“Messi è una bella persona, ma non può essere un leader. Non ha molta personalità”.

Chi parla è Diego Armando Maradona. Un giudizio, quello dell’argentino, arrivato nel corso di un evento a Parigi (Pelé era al suo fianco), quando credeva che i microfoni fossero spenti. Parole che hanno certamente fatto il giro del mondo; parole che anche Fabio Capello, ex tecnico di Real Madrid e Juventus, ha commentato ai microfoni di SkySport. “Maradona pensa che Messi non sia un leader? Non so cosa voglia dire Maradona, però quando gioca, quando è in campo, Leo fa la differenza. Quando c’è Messi in campo, gli avversari hanno paura, per me conta questo – ha dichiarato Capello -. Rooney un leader dell’Inghilterra? Beh… nel Manchester United è tornato ad essere trascinatore, però in Nazionale non è il vero uomo squadra. Lui è uno di quelli che segna tanto, fa la differenza, ma ultimamente ha cambiato ruolo. Prima faceva di tutto, era completo, adesso il suo gioco invece si è evoluto. Hodgson lo schiera in una posizione più arretrata. Rooney anziano? Ma non scherziamo, guardate la carta d’identità della Nazionale della Russia (ride, ndr). Rooney è un grande calciatore, se arretra la sua posizione è solo perché deve far spazio a giocatori più centravanti di lui, tutto normale”.

Riflessioni – “In Italia non si fanno giocare i giovani e non è uno stereotipo. In Inghilterra li schierano in campo con più frequenza, Rashford ne è un esempio. Vardy in panchina nell’Inghilterra? Quando hai tanti calciatori talentuosi in attacco, delle esclusioni le devi fare. Non è facile lasciar fuori attaccanti così bravi: Vardy ha talento, intuito sotto porta e a me piace tanto. Chi vincerà stasera tra Inghilterra e Russia? Vedremo, non so cosa aspettarmi. Mi auguro si veda spettacolo, spero i prosegua sulla scia del match di ieri sera tra Francia e Romania, una partita che mi è piaciuta particolarmente”, ha concluso l’ex commissario tecnico della Russia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy