Bufera in Inghilterra: non solo Allardyce, coinvolti anche otto manager della Premier League

Bufera in Inghilterra: non solo Allardyce, coinvolti anche otto manager della Premier League

Ieri la notizia: l’ormai ex commissario tecnico inglese è stato filmato mentre consigliava due finti businessman su come truccare il mercato. Ora le nuove rivelazioni.

Commenta per primo!

È bufera sulla Nazionale inglese e sull’ormai ex commissario tecnico, Sam Allardyce.

Ieri sera l’allenatore 61enne, in carica dal 22 luglio scorso, è stato di fatto costretto alle dimissioni dopo essere stato accusato di frode ai danni del campionato inglese: contattato da finti uomini d’affari (in realtà reporter in incognito del ‘Daily Telegraph’), Allardyce è stato colto in flagrante mentre in un meeting spiegava come aggirare le regole inglesi che vietano le terze proprietà, dando anche la disponibilità ad entrare in un affare da 400 mila sterline, tariffe fissate per prestazioni occasionali in Asia.

Nelle ultime ore sarebbero emersi anche nuovi dettagli. Oltre ad alcuni procuratori e agenti (tra cui Pino Pagliara, agente italiano intercettato durante alcuni incontri) – scrive Gazzetta.it – ci sarebbero ben otto manager della Premier League che avrebbero ricevuto delle vere e proprie tangenti durante le sessioni di mercato, nell’ambito di trasferimenti milionari di calciatori. Tuttavia, non sono ancora stati resi noti i nomi degli allenatori coinvolti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy