Brichetto”Io uomo spogliatoio,spero Coppa Italia”

Brichetto”Io uomo spogliatoio,spero Coppa Italia”

Nel corso del suo intervento in collegamento telefonico ai microfoni di “Casa Minutella”, trasmissione di Telesud, il terzo portiere del Palermo Giacomo Brichetto ha anche parlato del suo.

Commenta per primo!

Nel corso del suo intervento in collegamento telefonico ai microfoni di “Casa Minutella”, trasmissione di Telesud, il terzo portiere del Palermo Giacomo Brichetto ha anche parlato del suo ruolo in squadra. “Sirigu titolare in campionato, Benussi in Europa e io in Coppa Italia? Magari, per me sarebbe un onore e una grande opportunità. Mi alleno anche in funzione di quello ma non dipende da me, non decido io. Fosse per me direi di sì subito – ha spiegato – Se un terzo portiere vive sperando che chi c’è davanti si fa male? Questo no, anche perché se un portiere va bene e la squadra va bene, giochiamo tutti. L’importante è farsi trovare pronti per qualsiasi cosa possa succedere ma da lì a gufare i compagni ce ne corre”. Brichetto, pur non essendo uno dei titolari della squadra, è considerato uno degli uomini spogliatoio del gruppo rosanero. “Questa cosa mi fa enormemente piacere ma non è un ruolo che mi è stato dato, è una cosa che si conquista giorno per giorno stando a contatto con i ragazzi. Sicuramente è un attestato di stima, significa che i miei compagni si fidano di me. Nello spogliatoio si sta bene ed è questo il segreto delle vittorie e successi della squadra. La mia professionalità in campo e il mio ruolo nello spogliatoio sono cose che possono andare di pari passo e la stessa cosa sarebbe identica anche se giocassi di più, non è una mia caratteristica principale esser uomo spogliatoio. Lavoro sempre seriamente perché può succedere qualsiasi cosa”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy