Agostinelli: “Non oso pensare Ilie#269;ie#263;-Pastore via..”

Agostinelli: “Non oso pensare Ilie#269;ie#263;-Pastore via..”

“Il Palermo visto a Firenze mi è piaciuto moltissimo: sui diciotto giocatori nella lista iniziale, ben dieci erano sotto i 23 anni. Questo qui è un grande segnale che il Palermo manda.

Commenta per primo!

“Il Palermo visto a Firenze mi è piaciuto moltissimo: sui diciotto giocatori nella lista iniziale, ben dieci erano sotto i 23 anni. Questo qui è un grande segnale che il Palermo manda al calcio”. Così, ospite negli studi di Premium Calcio, lex tecnico del Napoli Andrea Agostinelli. “I marcatori del Franchi, Ilie#269;ie#263; e Pastore, sono stati straordinari: il primo ha fatto cinque tiri in porta uno più pericoloso dellaltro, sfiorando la rete anche in altre circostanze come quando allinizio della partita ha preso la traversa, laltro ha delle qualità incredibili. Bisogna davvero fare i complimenti a chi ha preso questi due giocatori, non oso pensare a quanto Zamparini potrebbe vendere una coppia del genere – ha spiegato Agostinelli – Tornando al centrocampista sloveno, un giocatore così se arriva ai trenta metri va assolutamente fermato, altrimenti può fare davver male alla difesa avversaria. Sa giocare davvero al calcio, fa entrambe le fasi con grande importanza. Sempre a centrocampo, un altro giocatore importante dei rosanero è Bacinovic, ma non è lunico che mi è piaciuto: anche Munoz in difesa non è niente male, un giovane importante, così come i vari Hernandez oppure Cavani quando arrivò dallUruguay”. Successivamente, un ritorno al passato del brasiliano Amauri in maglia rosanero. “Durante la sua militanza con il Palermo ricordo di averlo reputato il più forte centravanti in quel momento, sopra tutti. Poi non so cosa sia successo, mi dispiace che non stia passando un momento facile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy