Ag.Prestia-Zerbo: “Merito di Rossi. Quel castigo..”

Ag.Prestia-Zerbo: “Merito di Rossi. Quel castigo..”

Sfumata la qualificazione al turno successivo di Europa League, Delio Rossi ha sfruttato l’ultima gara della fase a gironi per regalare un’esperienza da brivido a due gioielli del settore.

Commenta per primo!

Sfumata la qualificazione al turno successivo di Europa League, Delio Rossi ha sfruttato l’ultima gara della fase a gironi per regalare un’esperienza da brivido a due gioielli del settore giovanile rosanero che hanno assaporato l’esordio in prima squadra nell’ambito di una competizione internazionale. I prescelti per l’occasione sono stati il centrale difensivo Giuseppe Prestia (nella foto, ndr) e l’attaccante Gabriele Zerbo, entrambi classe ‘93. Intervistato dalla redazione di Mediagol.it, l’agente dei due giovani talenti ha anche voluto sottolineare l’audacia del tecnico rosanero. “L’esordio dei ragazzi in Europa? Il merito è tutto di un allenatore bravo come Delio Rossi che crede nei giovani non con le parole ma con i fatti. Non ci sono tanti tecnici che hanno il coraggio di rischiare con i giovani, Rossi è uno dei pochi. In Italia poi si fanno esordire sempre gli stranieri, adesso si sta comprendendo che anche nei nostri settori giovanili ci sono ragazzi interessanti e non bisogna per forza attingere all’estero quando magari in casa si hanno già talenti di prospettiva interessanti”. Scampoli di gara per Gabriele Zerbo che hanno lasciato intravedere la classe del ragazzo, un talento che qualche mese fa è stato un po’ “punito” dal Palermo. “Lui era partito con la Primavera, ha fatto anche il ritiro con la squadra di Beruatto, ma poi per un gesto di stizza che ha avuto negli allievi l’ha persa – ha raccontato l’agente del giovane attaccante rosanero – il Palermo gli ha fatto capire qual’era la situazione, che in una società seria in cui regole e disciplina sono importanti, certe cose non vanno fatte e giustamente l’ha castigato. Il gesto? Lui ci tiene troppo, è un ragazzo che vive per il gol e quando sbaglia qualcosa ci resta male. Ora però da una settimana è tornato a lavorare con la squadra di Beruatto, si allena con loro e spera di restarci”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy