Pellè ci scherza su: “Mai più rigori, né in Nazionale né in Cina”

L’ariete ex Southampton torna ad analizzare la sfortunata vicenda legata al rigore costato la semifinale europea alla Nazionale guidata allora da Antonio Conte.

Commenta per primo!

Intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, l’attaccante della Nazionale – nonché centravanti dello Shandong LunengGraziano Pellè è tornato sull’errore dal dischetto costato la semifinale europea all’Italia guidata da Antonio Conte in favore della Germania.

“Non volevo mancare di rispetto a Neuer. Ho soltanto provato ad evitare che si buttasse in anticipo. Se batterò altri rigori in Nazionale? Macché, non ne ho più tirati neanche in Cina. C’è gente più brava di me. Io ancora in azzurro? La proposta ricevuta dallo Shandong non mi impedisce mica di guadagnarmi ancora la convocazione e dimostrare la mia voglia di Italia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy