Lippi: “I presidenti facciano un patto d’onore. Massimo cinque stranieri per club”

Lippi: “I presidenti facciano un patto d’onore. Massimo cinque stranieri per club”

L’ex ct della nazionale azzurra, Marcello Lippi, avrebbe trovato il metodo per aiutare la Nazionale del futuro.

1 Commento

Massimo 5 stranieri per club e gli altri in campo solo italiani“.

L’Italia non sta attraversando un buon momento e la pochissima scelta nella selezione dei giocatori ne è la conferma. Intervenuto ai microfoni di ‘Radio Anch’io Sport’ su Radio 1, l’ex tecnico della nazionale, Marcello Lippi, ha spiegato come secondo lui sarebbe possibile risollevare le sorti della squadra azzurra: “Occorre limitare l’utilizzo degli stranieri nelle squadre di club italiane – ha dichiarato Lippi -, ma è possibile solo se c’è la volontà dei presidenti. Legalmente non si può, c’è la libera circolazione dei lavoratori, e i calciatori sono lavoratori dipendenti, quindi possono giocare ovunque. E’ normale che dopo l’Europeo l’Italia debba ricostruire e qualificarsi per il Mondiale. Non so che intenzioni abbiano i veterani ma il gruppo è da rifare al 50%. Potrebbero accordarsi e decidere che d’ora in avanti prendono massimo 5 stranieri per squadra e gli altri in campo sono italiani. Lo so che è pura fantasia, ma è l’unica cosa possibile. Tutti dicono che ci sono troppi stranieri. Serve un patto d’onore”.

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Clod - 1 anno fa

    Glie lo dici tu a Zamparini?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy