Italia: sabato i convocati in vista di Spagna e Macedonia. Ventura pensa a Ranocchia, in attacco Zaza o Borriello

Italia: sabato i convocati in vista di Spagna e Macedonia. Ventura pensa a Ranocchia, in attacco Zaza o Borriello

Sabato la lista ufficiale dei convocati per le sfide contro Spagna e Macedonia: ecco le sorprese di Ventura.

1 Commento

Spagna a Torino il 6 ottobre, Macedonia a Skopje il 9 ottobre.

Sono questi i prossimi impegni della Nazionale Italiana di Giampiero Ventura relativamente alle qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018. Dall’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ arrivano le prime indicazioni sulle convocazioni: l’ex allenatore del Torino dovrebbe confermare i giocatori già chiamati in causa nelle scorse settimane e aggiungere alla lista il giovane Benassi, con Ranocchia sotto osservazione. Ma non solo. Il commissario tecnico degli azzurri starebbe seguendo con attenzione anche le prestazioni di Marco Borriello, ma lo convocherebbe solo in caso di infortunio di uno dei centravanti. Cinque gli attaccanti sicuri: Pellè, Eder, Immobile, Belotti e Gabbiadini. Per l’ultimo posto, ci sarebbe invece Zaza (ma sarà testa a testa con Borriello). Sabato la lista ufficiale.

Di seguito, dunque, i probabili convocati.

Portieri: Buffon, Donnarumma, Perin.

Difensori: Barzagli, Bonucci, Chiellini, Romagnoli, Ogbonna, De Sciglio, Antonelli (più uno o due tra Ranocchia, Paletta e Acerbi).

Centrocampisti: Candreva, Parolo, Benassi, Montolivo, Verratti, De Rossi, Bonaventura, Bernardeschi, Florenzi (Giaccherini, Soriano).

Attaccanti: Pellè, Eder, Immobile, Belotti, Gabbiadini, Zaza (Borriello).

 

Marchisio, Rugani, Pavoletti e Astori sono out; Chiellini dovrà scontare un turno di squalifica e Darmian è attualmente fuori dai pensieri di Mourinho al Manchester United.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. spargi49 - 2 mesi fa

    Rimangono ancora fuori Vazquez e Jorghino ma ci teniamo Montolivo e De Rossi.tutto già visto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy