Italia, Florenzi: “Bruxelles? C’è rammarico, ma non dobbiamo avere paura”. E su Conte…

Italia, Florenzi: “Bruxelles? C’è rammarico, ma non dobbiamo avere paura”. E su Conte…

Le parole dell’azzurro a Coverciano.

Commenta per primo!

Una notizia che ha scosso l’Europa intera e anche il mondo del calcio.

Bruxelles questa mattina è stata teatro di nuovi attacchi terroristici che hanno colpito l’aeroporto delle città prima, e la metropolitana poi: trentaquattro sarebbero i morti accertati finora. Intervenuto in conferenza stampa da Coverciano, anche Alessandro Florenzi – tra i convocati di Conte per il doppio test contro Spagna e Germania – si è espresso a proposito. “Quando giocammo noi là non avemmo problemi. Stamattina abbiamo appreso tutti con grande rammarico e dispiacere questa nuova situazione che non piace a nessuno, ma dobbiamo guardare avanti. Non dobbiamo farci prendere troppo dalla paura – ha detto l’azzurro -. Nainggolan? L’ho sentito prima per sapere come stava. Era scosso come tutti, ne parliamo senza troppa apprensione. Siamo persone, ma agli Europei rappresentiamo una Nazione. Saremo in Francia per affrontare una competizione importante che deve portare gioia e non apprensione a chi ci viene a vedere, anche se so che non sarà facile. Giocare a porte chiuse? Noi siamo lì per giocare, non prendiamo noi le decisioni”.

Conte – Fra i temi trattati dal jolly della Roma, anche l’addio di Antonio Conte dopo l’Europeo. “È come se un giocatore stesse fermo 4 mesi, è normale. È un allenatore di campo, ha bisogno di lavorare tutti i giorni coi suoi ragazzi. Il rapporto non cambia, assolutamente. Vogliamo tutti fare bene agli Europei per rappresentare al meglio la Nazione, vogliamo dire la nostra e fare una bella figura. Conte è carico come sempre. In queste ore abbiamo parlato solo della Spagna”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy