Belgio, Nainggolan al veleno: “Non tornerò più in Nazionale. C.t. Martinez? Scuse patetiche…”

Belgio, Nainggolan al veleno: “Non tornerò più in Nazionale. C.t. Martinez? Scuse patetiche…”

Le parole del centrocampista nerazzurro, Radja Nainggolan, relative al suo possibile ritorno nella Nazionale belga

Radja Nainggolan è irremovibile.

 

Non arretra di un cm il centrocampista ex Roma che, dopo la mancata convocazione del c.t. Martinez al Mondiale di Russia 2018,  avrebbe deciso di mettere un punto sulla questione relativa alla Nazionale.

Concetto ribadito, proprio dallo stesso belga, durante un’intervista rilasciata ai microfoni dell'”ESPN FC”.

Non tornerò di nuovo in Nazionale, avevo detto che se non fossi andato alla Coppa del Mondo me ne sarei andato e sono un uomo di parola – ha dichiarato il giocatore – Stavo giocando 50 partite e venivo ancora escluso, mi ero meritato di essere lì al posto di altri giocatori”.

Il mediano nerazzurro, si è inoltre espresso sulle motivazioni addotte dal c.t. del Belgio per la sua mancata convocazione: “Erano scuse, ma tutte patetiche: perché stavo giocando 50 partite per la Roma se facevo la stessa vita per la quale ero criticato? Penso che sia sbagliato quando la gente dice cose senza prima parlarmi. Devi dirmele prima in faccia, possiamo parlare e poi ci stringiamo la mano e tu non mi chiami di nuovo ma ho più rispetto per te”.

“La gente dice delle cose – ha continuato l’ex mediano giallorosso – e nel calcio, come nella vita, quando hai un’etichetta incollata addosso, sei sempre conosciuto come quella persona. Non sono un cattivo ragazzo, tutte le persone che mi conoscono ti diranno che ho il cuore più grande di tutti, mi piace far star bene le persone intorno a me, perché è così che sono stato cresciuto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy