Quando Sarri diceva: “Gli arbitri sono condizionati a favore del Palermo”

Quando Sarri diceva: “Gli arbitri sono condizionati a favore del Palermo”

Anche due anni fa l’allora tecnico dell’Empoli accusava gli arbitri, ma all’epoca nel mirino aveva i rosanero e non la Juve.

3 commenti

Il destino a volte propone curiose analogie.

Le polemiche che in questi giorni hanno visto protagonista Maurizio Sarri ricordano da vicino quelle che il tecnico metteva in scena due anni fa quando si trovava alla guida dell’Empoli. Oggi l’allenatore si dichiara a gran voce insoddisfatto dal sistema calcistico italiano che lo avrebbe in qualche modo danneggiato nella corsa scudetto con la Juventus. L’espulsione ai danni di Higuain, che costerà all’argentino ben 4 turni di squalifica, ma anche altri episodi, più o meno clamorosi, che hanno scatenato l’ira del napoletano: si va dagli orari delle gare, agli arbitraggi, fino al trattamento che la stampa riserva a lui piuttosto che ad altri protagonisti del mondo del calcio.

Quello di Sarri contro gli arbitri, però, è un film già visto, e i tifosi del Palermo ne sanno qualcosa. Era la stagione 2013-14, quella del trionfale cammino dei rosanero di Iachini verso la Serie A. La principale antagonista di Sorrentino e compagni quell’anno fu proprio l’Empoli di Sarri. Il Palermo perse all’andata 1-2, mentre al ritorno non andrò oltre al pari. Proprio dopo la gara di ritorno, sono arrivate le proteste più dirompenti del tecnico. “Purtroppo la sensazione è che gli arbitraggi quando c’è di mezzo il Palermo siano leggermente condizionati. I rosa si sono difesi in maniera eccessivamente fisica e sono stati immuni a lunghi tratti da ammonizioni. Il primo tempo è finito con un ammonito per parte, una cosa abbastanza vergognosa visto che eravamo 30 falli a 2. Poi in campo c’era un ospite, Lafferty che andava espulso dopo 20 minuti. Questo però non è avvenuto e, come si suol dire, oltre il danno la beffa: l’ospite ha pure segnato”.

Due anni dopo il film si ripete, stavolta gli arbitri però sarebbero condizionati a favore della Juventus e non del Palermo. Proprio quei rosanero che non più tardi di un paio di giornate fa sono stati danneggiati da un arbitraggio nella sfida al Napoli. Il rigore concesso agli ospiti è parso a molti addetti ai lavori quantomeno generoso, ma Higuain non si è certamente fatto pregare e ha trasformato dal dischetto l’unica rete dei campani. In quell’occasione Novellino ha ammesso con signorilità che il rigore ad essere pignoli ci poteva anche stare, ma il buon senso avrebbe suggerito una gestione diversa dell’episodio. Cosa avrebbe detto Sarri se si fosse trovato sulla panchina dei rosa?

 

 

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daniele Teresi - 2 anni fa

    È sempre stato un piagnina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lucio Sacco - 2 anni fa

    Sarri sarà pure un bravo allenatore ma è ancora troppo provinciale. Non ha ancora imparato a perdere anche se la Juve ruba sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fiori Di Lillà - 2 anni fa

    tra errori contro e favore il palermo quell’anno è stato danneggiato!! mentre per quanto riguarda la juve ha ragione.. è un continuo della juve che viene aiutata dovunque, anche con i ragazzini nella viareggio cup!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy