Napoli, Sarri: “Resto qui solo ad una condizione. La Juventus? Non mi interessa”

Napoli, Sarri: “Resto qui solo ad una condizione. La Juventus? Non mi interessa”

Le parole nel post-gara del tecnico del Napoli: “Se ho la percezione di poter ripagare l’amore della tifoseria a suon di risultati, io rimango volentieri”

di Mediagol34
Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, intervenuto ai microfoni di Premium Sport al termine della sfida pareggiata contro il Milan di Gennaro Gattuso, ha analizzato la prestazione offerta dai suoi uomini in quel di San Siro.
Quello che ha fatto o farà la Juventus non ci interessa. Noi stiamo facendo il nostro percorso, e lo stiamo facendo anche bene. Se questa partita l’avessimo giocata nel girone di andata, tutti ora starebbero ad esaltarci – ha dichiarato Sarri –. Anche contro il Milan abbiamo fatto una grande partita, anche se in questo momento si guarda solo il risultato. La squadra ha fatto bene. Come si va avanti? Pensando solo all’Udinese e continuando su questa falsa riga. Il rammarico, piuttosto, è per la partita col Sassuolo, nella quale se avessimo giocato con questa intensità avremmo portato a casa il risultato”.
RINNOVO – Se ho la percezione di poter ripagare l’amore della tifoseria a suon di risultati, io rimango volentieri, senza trattative economiche. Se non ho questa percezione rimango meno volentieri. Ho un dubbio mio interiore, e ho la fortuna di avere un presidente che non mi sta rompendo e si sta dimostrando comprensivo e affettuoso. Ne parlo per ultima volta. Un contratto ce l’ho, fino al 2020, se il presidente non avesse la generosità di propormi un rinnovo guadagnerei come adesso, che è una bella botta rispetto a qualche anno fa però è inferiore rispetto a qualche altro allenatore. Il presidente ha dato la disponibilità, quindi il problema economico avrebbe incidenza zero. Tengo conto solo di un aspetto, non per rimanere o andare via: per rimanere volentieri o meno volentieri. Io non pago la clausola, su questo il presidente può stare certo“.
DONNARUMMA – Sarri ha poi commentato il miracolo di Gianluigi Donnarumma all’ultimo secondo su tiro di Milik: “E’ stata una parata straordinaria , fatta un portiere straordinario. Non sono parate che si vedono con grande frequenza in tutta Europa. Nel complesso la squadra ha fatto quello che doveva fare, in questo momento siamo un po’ meno brillanti davanti ma la prestazione è stata di buon livello. Come sta Milik? Adesso valutiamo la sua condizione di settimana in settimana. Gli stiamo aumentando il minutaggio e lui sta rispondendo bene. Magari in una delle prossime potrebbe partire titolare”, sono state le sue parole.
JUVENTUSNAPOLI – Come immagino la sfida contro la Juventus? Sarà la solita partita difficilissima, come sempre in quello stadio. Sarà una gara complicata contro una squadra fortissima ma sono certo che ce la giocheremo. Le questioni di classifica mi interessano tanto ma non quanto finire bene la stagione”.
CON BIGLIA… – Infine il tecnico ha commentato il parapiglia con Biglia dopo triplice fischio: “Non è successo niente, ho visto un brutto gesto di Biglia verso Insigne e mi sono arrabbiato. Poi il ragazzo mi ha detto che non aveva detto niente ed è finito tutto”, ha concluso il coach azzurro.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy