Napoli, Rog: “Sempre piacevole tornare a casa, devo imparare l’italiano e ambientarmi al meglio”

Napoli, Rog: “Sempre piacevole tornare a casa, devo imparare l’italiano e ambientarmi al meglio”

Le parole del centrocampista classe ’95 del Napoli e della Nazionale Croata.

Commenta per primo!

Quello della Croazia è un girone che è iniziato in maniera particolare: dopo la prima giornata di gare valide per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018, tutte le squadre del gruppo I (Croazia, Finlandia, Islanda, Kosovo, Turchia e Ucraina) si trovano a pari punteggio con stesse reti subite e stessi gol fatti.

Questo perché a settembre, si sono verificati tre pareggi per 1-1. La Nazionale Croata, dopo aver pareggiato con la Turchia, adesso affronterà Kosovo e Finlandia per rompere gli equilibri del girone. A parlare, dal ritiro della selezione a scacchi, è il centrocampista del Napoli, Marko Rog: “E’ sempre un piacere tornare a casa. Siamo una nazionale giovane e forte. il Ct mi ha detto che devo pazientare e aspettare il mio turno. Credo che con il tempo potrò mettere in difficoltà il mister nelle scelte – ha detto il classe ’95 -. Gli infortunati? Non è bello subentrare ad un tuo compagno quando quest’ultimo si fa male. Siamo un gruppo di amici e vogliamo tutti il meglio. Il Kosovo è un avversario quasi sconosciuto perché esistono da poco, ma se giochiamo come sappiamo non avrà scampo. Mi sento bene ed ho voglia di cominciare a giocare anche nel mio club. Non è facile perché devo ambientarmi bene, imparare l’italiano e capire al meglio ciò che vuole il mister”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy