Napoli, Marino non ha dubbi sul futuro di Insigne: “Quando hai Raiola come agente…”

Napoli, Marino non ha dubbi sul futuro di Insigne: “Quando hai Raiola come agente…”

L’ex dirigente di Udinese e Napoli ha fatto il punto sull’attuale situazione in casa partenopea

Il Napoli pensa al futuro.

Un secondo posto consolidato e un’Europa League da vivere da protagonisti per la squadra allenata da Carlo Ancelotti. Nonostante la stagione non sia ancora terminata in casa azzurra tiene già banco il calciomercato, tra rinnovi e possibili calciatori in partenza. Intervistato da Radio Marte, l’ex direttore sportivo del Napoli, Pierpaolo Marino, si è soffermato su diversi temi legati alla squadra partenopea: “L’allenatore non può trasformare i giocatori, quello più bravo è quello che non fa danni e dà il suo contributo. Per essere un grandissimo club, il Napoli deve prendere due o tre giocatori che diano convinzione allo spogliatoio e che abbiano quella mentalità vincente“.

Marino si è poi soffermato sul tecnico Carlo Ancelotti: “De Laurentiis ha preso Ancelotti per una questione di prospettiva perché se ti chiami Giampaolo o Sarri arrivi solo fino ad un certo punto, ma poi lo scudetto non lo vinci. Se vuoi vincere devi prendere un allenatore che oltre ad essere bravo sul campo, sappia inquadrare la squadra, prepararla fisicamente e che abbia spessore anche in campo internazionale. Credo abbia preso Ancelotti per poi mettergli a disposizione col tempo grandi giocatori da gestire“.

Tema caldo degli ultimi giorni sicuramente anche quello legato al futuro di Lorenzo Insigne, ma l’ex dirigente del Napoli aveva già previsto tutto: “Quando hai Raiola come procuratore, il giocatore sa che deve prepararsi ai trasferimenti perché la qualità di Raiola è quella di creare interesse per guadagnare di più e questo lo si fa con i trasferimenti – ha concluso Marino -”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy