Napoli, Gianni Di Marzio: “Higuain? La cessione converrebbe a entrambe le parti, come sostituti vedrei bene Aubemayang o Icardi”

Napoli, Gianni Di Marzio: “Higuain? La cessione converrebbe a entrambe le parti, come sostituti vedrei bene Aubemayang o Icardi”

Il pensiero di Gianni Di Marzio sulla possibilità che l’argentino lasci il Napoli.

Commenta per primo!

La telenovela Gonzalo Higuain sembra destinata a prolungarsi per tutta la sessione estiva di mercato.

Sul capitolo Pipita è intervenuto anche il consulente personale del patron rosanero Maurizio Zamparini che, ai microfoni di Radio Marte, ha ipotizzato la possibile partenza dell’attaccante argentino che costringerebbe il Napoli a intervenire tempestivamente sul mercato per cercare il suo sostituto. “Higuain? Mai come questa volta sono con De Laurentiis, se il giocatore vuole andare via lo dicesse chiaramente. I calciatori purtroppo, tranne alcuni che ho conosciuto anche personalmente come Baresi, Maldini, Costacurta, Totti, parlando di Napoli posso dire Juliano, non sono più delle bandiere, non esistono più. Quindi, se l’attaccante vuole restare a Napoli, allora lo si deve trattare come gli altri big del calcio europeo, ma se vuole andare via, lo si mandi via. Si presenterà sicuramente in ritiro, non può permettersi un autogol di questo genere, oltretutto ha sempre avuto un comportamento adeguato ed è cresciuto in una famiglia di calciatori. Alla fine, per me, conviene a tutte e due le parti la cessione. Al posto del Pipita? Sicuramente Aubameyang è maturato moltissimo negli ultimi due anni, adatto al modulo di Sarri, dialoga con le altre punte ed è un ottimo contropiedista in trasferta, ma è difficile per il Napoli che non fa trattative, fa telenovele e tu quando vuoi un giocatore del genere devi andare là e prendertelo. Icardi è meno adatto al gioco di Sarri, ma conosce già il calcio italiano ed è ancora giovane, in più è in discussione la sua permanenza all’Inter”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy